Conosciuta per ora con la sigla HPH, arriverà nel 2021 e sarà basata sulla nuova piattaforma

Il cammino che porterà McLaren a presentare la sua prima auto ibrida plug-in sta procedendo e, dopo la presentazione della nuova piattaforma dedicata alle sportive elettrificate, ecco arrivare le prime foto ufficiali della McLaren a batterie.

Un modello fondamentale per la Casa inglese, che con l’elettrificazione ha già avuto a che fare con la hypercar P1, ma qui le cose cambiano parecchio: la rivale di Ferrari LaFerrari e Porsche 918 Spyder era infatti un’auto a tiratura limitatissima, ora invece con la HPH (acronimo di High Performance Hybrid) si va verso una produzione ben più corposa.

Niente più V8

Per la prima volta dalla sua rinascita, datata 2009 con la MP4-12C, la McLaren non monterà un motore V8 (prima di 3,8 litri, per poi passare a 4), adottando un nuovo V6 turbo benzina, affiancato da un elettrico a sua volta alimentato da un pacco batterie. Potenza dei motori e capacità degli accumulatori sono ancora top secret, così come le prestazioni.

McLaren Supercar ibrido

Il comunicato stampa accenna solo all’autonomia in modalità elettrica, definendola “media”. Viene usato invece il termine “stupefacenti” quando si parla di prestazioni.

Salto generazionale

Prestazioni dovute sì al powertrain elettrificato, ma non solo: dalle parti di Woking infatti la parola d’ordine è “leggerezza”. Pesi sempre più contenuti grazie all’utilizzo di materiali leggeri, fondamentali più che mai quando si parla di auto ibride plug-in e delle loro pesanti batterie.

Anche in questo caso di dati ufficiali non ce ne sono. “Offrire livelli di guida elettrificata ad alte prestazioni senza compromessi che fino ad ora erano semplicemente irraggiungibili” è l’obiettivo di McLaren e la versione di serie della HPH sarà il primo passo verso un futuro – anche, almeno per ora – a batterie.

L’arrivo della McLaren plug-in che, come si vede, ricalcherà lo stile del resto della gamma, è previsto per il 2021.

Fotogallery: McLaren, le prime foto della sportiva ibrida