Sotto la carrozzeria potrebbe esserci un'auto completamente nuova

Era il settembre 2018 quando Ferrari ha annunciato l'ambizioso piano industriale per il quadriennio 2018-2022 con ben 15 auto nuove in cantiere. Cinque di queste, la F8 Tributo, la F8 Spider, la 812 GTS, la SF90 Stradale e la Roma, sono stati lanciati nel corso dello scorso anno e per il 2020 sono attesi altri due nuovi modelli a cui, nel 2021, si aggiungerà il SUV Purosangue.

A parte queste novità di prodotto - tra cui includiamo anche edizioni limitate come le speedster Monza SP1 e SP2 -, Ferrari ha utilizzato il piano industriale per annunciare il suo ingresso nel mondo dell'elettrificazione introducendo nello specifico una nuova famiglia di motori V6 ibridi. Alcuni fotografi hanno avvistato un muletto di una Ferrari ibrida nei pressi di Maranello: da fuori sembra una 488 GTB ma sotto la carrozzeria potrebbe nascondersi un'auto completamente nuova.

Pericolo "alta tensione"

Come si vede dalle foto, l'auto ha sulla carrozzeria gli adesivi che segnalano il pericolo di "alta tensione", il che ci conferma che sotto-pelle trova spazio un modulo elettrificato.

Non si tratta di una copia della 488 GTB o della più estrema 488 Pista perché i due terminali dello scarico sono posizionati più in alto e non nell'estrattore, esattamente come sulla SF90 Stradale ma un po' più distanti tra loro. Sembrerebbero esserci dei fili blu che escono dal vano motore e che entrano nella cabina, probabilmente collegati ai sensori che i collaudatori all'interno tengono sotto controllo attraverso i dispositivi di misurazione. Al centro della consolle si può intravedere un grande pulsante rosso, elemento tipico di molti muletti in prova, da premere in caso di emergenza.

Fotogallery: Ferrari, le foto spia di un'ibrida su base 488 GTB

Avrà un V6 da 2.9 litri elettrificato?

Indiscrezioni suggeriscono che si possa trattare della nuova Dino che andrebbe a piazzarsi come entry level della gamma, anche se il Direttore Commerciale della Casa Enrico Galliera ha smentito queste voci l'anno scorso in un'intervista ad Autocar. Secondo le stesse, sotto il cofano avrebbe trovato spazio il V6 da 2.9 litri biturbo da 510 CV dell'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio abbinato ad un motore elettrico.

A parte tutto, un nuovo V6 è effettivamente in fase di sviluppo e andrebbe ad inserirsi sotto agli attuali V8 e V12. Sarà quasi sicuramente ibrido considerando che Ferrari ha come obiettivo quello che le auto ibride rappresentino il 60% delle vendite entro il 2022.