Un confronto impietoso con gli altri "mostri" destinati ai milionari con la voglia di correre

Nel mondo dei super ricchi c'è una passione che è completamente sconosciuta a tutti gli altri amanti delle auto sportive. È quella per le hypercar da pista fatte solo per andare velocissimi ed esaltarsi fra i cordoli che vede ora aggiungersi al ristretto elenco la spettacolare Bugatti Bolide da 1.850 CV.

Parliamo di quelle hypercar prodotte in piccolissima serie dai più importanti Costruttori di GT e supercar che non sono omologate per l'uso stradale (quindi non targate) e che neppure possono partecipare ai campionati FIA. Sono autentici sfizi per milionari e miliardari che si possono sfogare e divertire in circuito, senza la pressione che grava sui piloti professionisti.

Nessun vincolo, per correre liberi

Ma cos'hanno di speciale queste velocissime auto da corsa per facoltosi clienti che vogliono sentirsi piloti? La cosa più interessante, come dimostra appunto la Bugatti Bolide che è ancora allo stadio sperimentale, è che l'assenza dei vincoli imposti da omologazione stradale e regolamenti sportivi permette alle Case di sbizzarrirsi nella progettazione.

Fotogallery: Bugatti Bolide

Potenza esagerata, aerodinamica raffinata per il massimo carico verticale e pesi ultraleggeri ottenuti con materiali di nuova generazione rendono queste speciali coupé quasi delle Formula 1 chiuse, spesso a due posti per poter condividere le emozioni in pista. Molte di queste favolose vetture includono nell'acquisto una serie di corsi di guida personalizzati e la possibilità di partecipare a eventi ufficiali in pista.

Un confronto fra hypercar da pista

L'eventuale produzione in piccola serie della Bugatti Bolide potrebbe sconvolgere questa esclusiva nicchia di mercato per veri "tycoon" col pallino delle corse che negli ultimi anni ha visto nascere veri capolavori su ruote firmati anche da Ferrari, McLaren, Pagani e Aston Martin.

McLaren Senna GTR
McLaren Senna GTR
Ferrari FXX-K Evo
Ferrari FXX-K Evo

Per capire come la nuova francese sarebbe in grado di battere tutte le concorrenti abbiamo voluto fare un confronto sulla carta fra potenze, pesi e prestazioni di queste "track-only hypercar", aggiungendo anche alcune classiche di pochi anni fa. Seguiteci e scoprirete che la Bolide sembra davvero arrivata da un altro pianeta.

Brabham BT62
Brabham BT62
Aston Martin Valkyrie AMR Pro
Aston Martin Valkyrie AMR Pro

Le sfidanti

In quanto a potenza la Bugatti non ha rivali

Basta leggere la scheda tecnica di questa Bugatti Bolide per capire che i 1.850 CV e 1.850 Nm espressi dal suo 8.0 W16 quadriturbo sono là, solitaria in cima alla classifica. Le si avvicinano solo Ferrari FXX-K Evo e l'Aston Martin Valkyrie AMR Pro, le uniche oltre i 1.000 CV.

  Potenza massima Motore
Bugatti Bolide 1.850 CV 8.0 W16 quadriturbo
(1.850 Nm)
Aston Martin Valkyrie AMR Pro 1.176 CV 6.5 V12 aspirato + elettrico
(900 Nm)
Ferrari FXX-K Evo 1.050 CV 6.3 V12 aspirato + elettrico
(> 900 Nm)
Lamborghini Essenza SCV12 830 CV

6.5 V12 aspirato
(830 Nm)

McLaren Senna GTR

825 CV

4.0 V8 biturbo
(800 Nm)

Pagani Zonda Revolucion 800 CV

6.0 V12 aspirato
(730 Nm)

Ford GT MKII 710 CV 3.5 V6 biturbo
(746 Nm)
Brabham BT62 710 CV 5.4 V8 aspirato
(667 Nm)
Porsche 935 700 CV 3.8 boxer 6 cilindri biturbo

Anche la coppia massima è da primato, così come la velocità massima di oltre 500 km/h e l'incredibile tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 2,17 secondi. Questi dati non sono però paragonabili con le poche concorrenti esistenti perché raramente vengono divulgati dalle Case.

Lamborghini Essenza SCV12
Lamborghini Essenza SCV12
Porsche 935
Porsche 935

Rapporto peso/potenza imbattibile

Con un rapporto peso potenza di soli 0,67 kg/CV significa che chi guida una Bugatti Bolide si porta dietro poco più di mezzo chilo per ogni cavallo sviluppato dal motore.

  Rapporto peso/potenza Peso a vuoto
Bugatti Bolide 0,67 kg/CV 1.240 kg
Aston Martin Valkyrie AMR Pro 0,85 kg/CV 1.000 kg
Ferrari FXX-K Evo 1,14 kg/CV 1.200 kg circa
Pagani Zonda Revolucion 1,34 kg/CV 1.070 kg
Brabham BT62 1,36 kg/CV 972 kg

McLaren Senna GTR

1,44 kg/CV

1.188 kg

Lamborghini Essenza SCV12

1,66 kg/CV

1.376 kg

Porsche 935

1,97 kg/CV

1.380 kg

Ford GT MKII 2,04 kg/CV

1.431 kg

In pratica è un propulsore W16 con poco altro attorno, come dimostra la seconda in classifica: la comunque strepitosa Aston Martin Valkyrie AMR Pro si ferma a 0,85 kg/CV e anche la mitica Ferrari FXX-K Evo su base LaFerrari arriva a 1,14 kg/CV.

Schiacciate a terra per non volare

Se andiamo a vedere invece il carico aerodinamico, ovvero la forza che grazie al flusso d'aria in velocità spinge le ruote verso l'asfalto, la Bugatti resta sempre in vetta.

  Carico aerodinamico
Bugatti Bolide 1.200 kg
Brabham BT62 1.200 kg
Lamborghini Essenza SCV12 1.200 kg
Aston Martin Valkyrie AMR Pro 1.000 kg
McLaren Senna GTR 1.000 kg
Ford GT MKII 860 kg
Ferrari FXX-K Evo  830 kg

Questa volta ali, spoiler, estrattori e altre finezze aerodinamiche la portano in compagnia di Lamborghini Essenza SCV12, Ferrari FXX-K Evo e la sorprendente Brabham BT62.

Pagani Zonda Revolucion
Pagani Zonda Revolucion
Ford GT Mk II
Ford GT Mk II

Una questione di milioni di euro

Chiudiamo col prezzo, un elemento che la Bugatti Bolide non ha ancora svelato, così come la sua eventuale produzione in piccola serie. Se fosse prodotta è facile ipotizzare una cifra superiore ai 10 milioni di euro, come lascia intuire la lista delle Bugatti più costose.

  Prezzo Produzione
Bugatti Bolide > 10 milioni di euro (stimato) N.D.
Ferrari FXX-K Evo 4 milioni di euro N.D.
Aston Martin Valkyrie AMR Pro 3,8 milioni di euro 25 esemplari
Pagani Zonda Revolucion 2,6 milioni di euro 5 esemplari
Lamborghini Essenza SCV12 2,5 milioni di euro 40 esemplari
Brabham BT62 1,8 milioni di euro 70 esemplari

McLaren Senna GTR

1,48 milioni di euro 75 esemplari

Ford GT MKII

1 milione di euro 45 esemplari

Porsche 935

856.000 euro 77 esemplari