La Casa avrebbe depositato i bozzetti a fine 2019 insieme a quattro possibili nomi. Che si tratti di una nuova hypercar ibrida?

Dall'Inghilterra trapelano i bozzetti che potrebbero rappresentare il primo assaggio di una nuova hypercar McLaren che, di diritto, entrerebbe a far parte dell'esclusivo club delle Ultimate Series. La Casa di Gaydon avrebbe anche registrato il marchio e depositato i documenti a fine 2019 insieme a quattro possibili nomi: Arkon, Veo e Vion.

A lanciare la notizia è stato Autoweek che ha escluso si possa trattare della sportiva ibrida plug-in Artura. Ipotizza però che potrebbe essere l'erede della P1, un'hypercar ibrida plug-in.

Aerodinamica estrema

Il design è aggressivo come ci si aspetterebbe da una McLaren Ultimate Series. Il muso è basso e completato da un enorme splitter e i fari sono piccolissimi e dalla forma allungata.

Le prese d'aria sul cofano sono molto probabilmente collegate alla grande bocca anteriore e servirebbero a convogliare l'aria verso il tetto, con quelle laterali che invece indirizzerebbero il flusso verso i passaruota, il tutto per creare maggiore deportanza.

Fotogallery: McLaren Ultimate Series, i bozzetti di una nuova hypercar

Guardando l'auto di profilo, le linee delle portiere si spingono fino al centro del tetto e suggeriscono un'apertura a farfalla o ad ali di gabbiano. I parafanghi posteriori sembrano sollevarsi sopra le ruote per avvolgersi intorno al corpo vettura andando a comporre un enorme spoiler, collegato alla carrozzeria da una pinna verticale.

McLaren Ultimate Series Design Marchio posteriore

In molti dei disegni ci sono dei punti neri sul corpo vettura e non è chiaro se rappresentino piccole prese d'aria. Lo scarico sbuca fuori dalla parte superiore della coda, abbastanza in alto da lasciare lo spazio ad un enorme diffusore.

L'ala posteriore è complessa: due elementi orizzontali attraversano l'intera auto in larghezza, con due ali che collegano le estremità ad ogni montante per massimizzare la stabilità ad alta velocità.