Sarà basata sulla stessa piattaforma della XC40 ma non dovrebbe essere un SUV

L'amore tra Volvo e la mobilità 100% elettrica non è certo notizia di oggi, e già sappiamo come la Casa svedese punti a presentare una nuova auto a emissioni zero fino al 2025, per poi diventare un brand con solo elettriche a listino entro il 2030.

Un piano iniziato nel 2019 con la XC40 Recharge presentata a inizio 2020 e che avrà il proprio secondo capitolo a marzo 2021 col lancio di un secondo modello a batterie. Ad annunciarlo è stato il CEO Volvo Hakan Samuelsson nel corso di un'intervista.

Niente SUV?

La data fa immediatamente venire in mente il Salone di Ginevra, fino al 2019 appuntamento fisso nei primi giorni di marzo, ma cancellato nel 2020 e in fortissimo dubbio anche per il 2021. Comunque sia non importa se la presentazione sarà fisica o virtuale, la nuova Volvo elettrica arriverà tra pochi mesi e - strano a dirsi visto il periodo - potrebbe non essere un SUV.

Alla domanda sul come sarà la nuova auto infatti il CEO della Casa svedese ha risposto con un semplice "sarà più snella rispetto alla XC40". Indizio che lascerebbe presagire una carrozzeria da berlina, ma è decisamente troppo presto per dirlo. Di certo c'è che la piattaforma sarà la stessa CMA di XC40, Polestar 2 e di vari modelli firmati Lynk & Co.

Non si conoscono dettagli su motore e batterie "Vi terremo all'oscuro ancora per un po'" ha commentato Samuelsson.

Elettrica premium

Se della meccanica dunque non sappiamo ancora nulla, grazie alle dichiarazioni del CEO Volvo sappiamo che il prezzo non sarà particolarmente basso e non ci troveremo davanti a una controparte elettrica dell'ormai scomparsa V40.

Generare profitto per Volvo significa che ci dobbiamo focalizzare su fasce di prezzo più alte, presidiano sempre più il segmento premium

Ha commentato Samuelsson, anticipando quindi per un certo verso quelli che saranno i contenuti e il listino della prossima Volvo elettrica.

Fotogallery: Volvo XC40 Recharge