Vi siete mai chiesti cosa si cela dietro lo sviluppo di una vettura ad prestazioni? Noi ovviamente l'abbiamo fatto

Il bello di realizzare una supercar è quello di poter valicare i propri limiti. Sia dal punto di vista stilistico che tecnico.

La nuova Lamborghini Huracán STO, ovvero la Super Trofeo Omologata, rappresenta quanto la passione possa alimentare le idee di designer ed ingegneri, in funzione delle performance assolute. Idee che per una volta abbiamo il piacere di farvi raccontare dai diretti interessati, per capire come nasce una Supercar di tale portata a Sant'Agata Bolognese.

Parola allo stile

A definire le linee guida della Lamborghini Huracán STO c'è ovviamente Mitja Borkert. Classe 1974, dal 2016 è a capo del centro stile della Casa di Sant'Agata Bolognese.

A lui si deve ad esempio la concept Terzo Millennio, oltre alle varie evoluzioni in seno alla famiglia Aventador e ovviamente Huracán. Il tratto inconfondibile delle automobili marchiate con il Toro è una certezza per ogni appassionato.

Fotogallery: Lamborghini Huracan STO, vista dal vivo

Parola alla tecnica

Il merito di una vettura così performante su strada, ma soprattutto in pista, è da imputare alla squadra diretta dall'ingegner Lorenzo Rinaldi.

Laurea in Ingegneria dell'Autoveicolo conseguita presso il politecnico di Torino, dopo un trascorso nel motorsport approda in Lamborghini, diventando dal 2012 Head of Vehicle Dynamics. Se volete sapere “quanto fa” è lui la persona adatta a cui chiedere.

Lamborghini Huracan STO, vista dal vivo
Lamborghini Huracan STO, vista dal vivo

La Huracán STO

Meglio fare un ripasso, così da non essere colti impreparati. La Super Trofeo Omologata non è semplicemente la Huracán più estrema di sempre, ma rappresenta la trasposizione stradale di una vettura da corsa.

Lamborghini Huracan STO, vista dal vivo
L'apertura del "Cofango"

Sotto il cofano il celebre V10 da 5,2 litri capace di 640 CV. Accoppiato ad un cambio a doppia frizione a 7 rapporti, scarica i 565 Nm di coppia motrice sul solo asse posteriore, grazie all'intervento di un differenziale meccanico autobloccante.

L'impiego di materiali ultraleggeri come il carbonio, le ha permesso di contenere il peso a secco a quota 1.339 kg. Mentre l'estremizzazione delle linee cela un importante lavoro di efficientamento aerodinamico. Dettagli che vi raccontiamo proprio in questo video.

Lamborghini Huracán STO

Lunghezza 4.549 mm
Larghezza 1.945 mm
Altezza 1.220 mm
Peso 1.339 kg
Trazione Trazione posteriore
Trasmissione Trasmissione LDF a doppia frizione a 7 velocità
Motore Dieci cilindri a V, 90°, 5.204 cc
Potenza 470 kW/640 CV a 8.000 giri/min
Coppia Massima 565 Nm a 6.500 giri/min.
Accelerazione 0-100 km/h 3,0 secondi
Velocità Massima 310 km/h
In vendita 304.282 euro