Secondo modello originale del giovane brand spagnolo, la sorella della VW ID.3 gode di prestazioni migliori, con uno 0-100 in 6 secondi

Dopo il SUV Formentor, il secondo modello originale marchiato Cupra è una hatchback elettrica dal look molto accattivante: la Born, che prende il nome dalla concept "Seat El Born" e, nonostante la stretta parentela con la Volkswagen ID.3 (con cui condivide la piattaforma MEB), gode di un carattere più sportiveggiante e prestazioni migliori - fra cui lo 0-100 km/h in soli 6,6 secondi.

Noi l'abbiamo vista dal vivo al Milano Monza Open-Air Motor Show 2021, e ve la raccontiamo nel video live che trovate qui sopra.

Razionale, ma dinamica

Come detto poco sopra, la parentela con la Volkswagen ID.3 è stretta, ma la Born ha un carattere molto più sportivo sia nei numeri, sia nel look: davanti, ad esempio, il paraurti è molto appuntito e ricco di prese d'aria, con i fari full LED dalla firma luminosa caratteristica di Cupra.

Cupra Born al MIMO 2021

Lo stesso stile viene ripreso dietro, con il grande faro coast-to-coast che rimanda alla Formentor, mentre di fianco fanno da padroni i grandi cerchi color rame. Lo stesso colore viene utilizzato in moltissime finiture, sia fuori che dentro, in pieno stile Cupra che lo utilizza anche per il proprio logo.

Per un'estetica accattivante ci voglio prestazioni all'altezza, e dunque la Cupra Born viene proposta con tre step di potenza e altrettante taglie di batterie. Per quest'ultime, si può scegliere fra 45, 58 e 77 kWh di capacità, che rispettivamente dichiarano 340, 420 e 540 km di autonomia.

Cupra Born al MIMO 2021

Parlando di potenza, gli step di potenza sono 150 CV e 204 CV, ma col pacchetto e-Boost si arriva fino a un massimo di 231 CV. Tradotto, in quest'ultimo caso, significa coprire lo 0-100 km/h in 6,6 secondi. E il tutto viene trasmesso alle ruote posteriori, perché il motore sincrono a magneti permanenti è montato sul retrotreno, garantendo alla Born la dinamica di guida da sportiva.

La ripartizione dei pesi 50:50, le sospensioni MacPherson all'anteriore e Multilink al posteriore, il DCC per tarare l'assetto, la mappatura Sport per l'ESC e lo sterzo progressivo insieme promettono un coinvolgimento alla guida degno di una vettura marchiata Cupra.

Fotogallery: Cupra Born al MIMO 2021