Gli italiani sono cambiati nel modo di comprare le auto? Sembra proprio di sì, per effetto del diffondersi delle nuove tecnologie, ma anche come conseguenza della pandemia. Lo spiega “Auto eCommerce Study”, un’analisi commissionata da Facebook e realizzata online intervistando 1.014 persone che, negli ultimi 12 mesi, hanno portato a termine o progettato l’acquisto di una vettura.

I risultati dicono che oggi metà delle persone effettuerebbe tutta la procedura d’acquisto davanti al pc (o allo smartphone), mentre più di un automobilista su quattro apprezzerebbe anche la consegna a casa. Ma lo studio non si ferma qui.

Venditori e contrattazioni

Comprare un’auto, si sottolinea, può essere un processo lungo, con tanti passaggi su cui ragionare prima di prendere una decisione. Per questo motivo, l’87% dei clienti si è fatto aiutare dal venditore e ha ricevuto un’assistenza generica, mentre il 41% si è fatto indirizzare nella vera e propria scelta dell’auto da acquistare. Nel 28% dei casi, anche l’assistenza finanziaria ha fatta la propria parte, nonostante i contatti siano avvenuti a distanza per colpa del Covid.

acquisto auto

Quella da remoto è però la forma di negoziazione preferita dal 18% delle persone, e si arriva al 25% per chi ha tra i 18 e i 34 anni. Perché? Meglio, si pensa, stare in un luogo dove sentirsi a proprio agio e rimanere fermi nelle proprie decisioni. C’è poi un 34% che preferisce non fare proprio contrattazioni, mentre il 27% le considera addirittura una fonte d’ansia. Al contrario, il 48% degli intervistati è quasi entusiasta di negoziare.

Basta un click

Voti alti all’utilità del test drive, apprezzato da ben il 73% dei consumatori. Numeri più bassi invece da chi preferisce prendere appuntamento per fare la prova da casa (17%). A distanza c’è anche la possibilità di fare tutta la procedura e ordinare la vettura per riceverla a domicilio. Due soluzioni che, come accennato, sono apprezzate rispettivamente dal 50% e dal 26% degli automobilisti. L’ultima percentuale sale al 32% tra i giovani. Qui sotto, una serie di altri dati emersi dal rapporto.

  • fa ricerche online prima di andare dal concessionario (67%);
  • spende più di 30.000 euro (66%);
  • ha visitato i profili social del venditore (49%);
  • ha speso di più dopo l’aiuto del venditore (33%).