Negli Anni ’50 e ’60 il marchio Lancia ha collaborato con i migliori carrozzieri italiani che hanno saputo dare vita a modelli dalle linee iconiche ancora oggi molto apprezzati dai collezionisti.

Tra questi rientra sicuramente la Flaminia, l’ammiraglia presentata al salone di Ginevra del 1957 in versione berlina, prodotta in seguito anche in versione coupé. Un rarissimo esemplare Sport Zagato incluso nei 99 di pre-serie proposta dalla Casa d'aste Bonhams.

Versione pre-serie  

Svelata al Salone di Torino del 1958, aveva un passo accorciato a 2,52 metri, rispetto ai 2,87 metri della berlina, per favorire l’agilità e la maneggevolezza. Dal punto di vista estetico l’auto si distingueva dalle altre versioni di Flaminia coupé per la carenatura dei fari e il caratteristico tetto con doppia gobba, concepito per offrire maggiore spazio in altezza e per poter indossare il casco durante la guida. 

Foto - Lancia Flaminia Sport Zagato

Pare che su richiesta Zagato abbia dotato i primi esemplari usciti dalla fabbrica di un assetto studiato per le competizioni oltre a un motore aggiornato da circa 140 CV con triplo carburatore Weber. L’auto nei 99 esemplari di pre-serie era equipaggiata con un motore da 2,5 litri che nelle successive versioni aveva cilindrata aumentata a 2,8 litri. Queste ultime presentavano anche fari non carenati e paraurti anteriori e posteriori con rostri.

Foto - Lancia Flaminia Sport Zagato

Modificata dal proprietario

La Flaminia Sport Zagato in oggetto, numero di telaio 1011, era stata dotata su richiesta del cliente di un motore da 2,5 litri a tre carburatori Weber sviluppato per le competizioni, oltre a finestrini laterali e posteriori in perspex e sedili da corsa. Il proprietario che acquistò l’auto nel 2010 decise di migliorare le performance installando il propulsore da 2,8 litri con carburatori da 40 mm e la trasmissione provenienti dalla Flaminia Supersport.

Foto - Lancia Flaminia Sport Zagato

In seguito a queste modifiche decise di intervenire ulteriormente sul propulsore affidandosi agli specialisti di Jim Stokes Engineering, l’azienda inglese che si era occupata della ricostruzione delle Lancia D50 da corsa per conto degli esperti Anthony Mclean e Guido Rosani. Questi lavori hanno permesso al motore di sviluppare una potenza di 182 CV e una coppia di 259 Nm quasi piatta dai 2.550 ai 5.000 giri/min.

Esemplare da collezione

Nella vendita vengono inclusi l'intero motore 3C da 2,5 litri montato precedentemente sull'auto, completo di trasmissione anch'essa originale. Per rendere più confortevoli i numerosi viaggi effettuati dal proprietario e da sua moglie negli ultimi dieci anni sono stati montati un serbatoio aggiuntivo da 15 litri e due pompe carburante elettriche Facit.

La Lancia Flaminia Sport Zagato è andata all'asta il 10 ottobre presso Bonhams con una stima tra i 500 mila e i 700 mila euro, ma al momento risulta ancora invenduta.

Fotogallery: Foto - Lancia Flaminia Sport Zagato "pre serie" (1959)