Nelle auto moderne gli schermi si stanno diffondendo a macchia d’olio. Il touchscreen dell’infotainment e display per la strumentazione digitale sono un must, ma non sono pochi i modelli, soprattutto di fascia premium, che hanno monitor aggiuntivi su varie parti della plancia.

Hyundai si spinge ancora più in là e deposita il brevetto di un volante con schermo incorporato. A quanto pare, la soluzione è stata pensata per consentire agli automobilisti di tutte le altezze di vedere in modo chiaro la strumentazione. 

Ruota o sta fermo?

Il brevetto è stato depositato in Germania e scoperto da CarBuzz. Purtroppo, al di là dei disegni piuttosto chiari non fornisce informazioni su che tipo di tecnologia la Casa coreana abbia intenzione di adottare. Si vede solo un semplice volante con un monitor rettangolare piazzato all’interno della corona.

Guardando i disegni, due domande sorgono spontanee:

  • La strumentazione ruoterà con il volante o resterà fissa, solidale con la parte centrale, come accadeva su certe Citroen di qualche anno fa?
  • E poi, in caso di incidente, come si comporterà l’airbag? Hyundai, a quanto pare, ha ricavato spazio a sufficienza per permettere al cuscino di uscire e gonfiarsi senza danneggiare il monitor ma mancano dettagli sufficienti per capire il reale funzionamento del dispositivo brevettato.
external_image

Un volante già visto

Non è la prima volta che Hyundai mostra il proprio interesse per un volante con il monitor incorporato. Lo aveva già fatto vedere, ad esempio, sulla concept Genesis Mint presentata al Salone di New York del 2019. In quel caso, però, lo schermo era effettivamente ancorato alla corona e ruotava con essa.

Può darsi invece che con il nuovo brevetto, il monitor resti sempre in posizione orizzontale, per essere sempre facilmente leggibile anche quando si affronta una curva.

Quale che sia la soluzione adottata, viene comunque da pensare che il monitor all’interno del volante è posizionato più in basso rispetto alla strumentazione tradizionale. E consultarlo potrebbe non essere semplicissimo in tutte le condizioni, anche se non si precludono possibilità di vederlo anche dialogare con gli head-up display di nuova generazione.

Chissà se come nel caso dello strano volante Yoke di Tesla, il brevetto della Casa coreana sia orientato a un futuro in cui la guida autonoma avrà un peso sempre maggiore. Quel che è certo, è che anche in passato le sperimentazioni sui volanti sono state sempre un tema affascinante, come ci ricorda qui sotto lo stranissimo concept della Mazda MX-81.

Fotogallery: Genesis Mint Concept 2019