Grazie alle serie motorsport come la GT1, il mondo ha visto nascere alcune fra le auto più grandi, potenti e veloci che siano mai state omologate su strada. E' il caso della Porsche 911 GT1, inizialmente progettata nel 1995 come auto per la 24 Ore di Le Mans e della quale vennero assemblati, ai fini dell'omolgazione, 25 esemplari per l'uso stradale.

Prima di tutto però vennero costruiti due prototipi, tramite i quali il ministro federale dei trasporti tedesco concluse i test per la conformità legale all'omologazione. Uno di questi due prototipi è tutt'oggi "vivo e vegeto".

Una belva di metà Anni '90

Khalid Abdul Rahim, collezionista di auto con sede nel Bahrain, acquistò il suddetto prototipo dopo i vari collaudi necessari per l'omologazione, e giusto di recente è stata presente al Concorso d'Eleganza Villa d'Este 2021 dov'è stata filmata da Automotive Mike. Proprio come il primo prototipo, questa Porsche 911 GT1 Prototype presentava fari in stile 993, al contrario della versione Road Car di produzione che montava dei più moderni fari provenienti dalla 911 generazione 996.

In verità i fari erano una fra le uniche componenti condivise tra la 911 e la controparte GT1, nonostante la somiglianza dei nomi: le versioni stradali - nominate 911 Strassenversion - sfoggiavano sotto il cofano una variante giusto leggermente modificata del motore 3.2 Boxer a sei cilindri della GT1 da corsa. Sul piatto c'erano 544 CV e 600 Nm di coppia.

Foto - Porsche 911 GT1 Road Car (1995)

Le prestazioni erano a dir poco notevoli per l'epoca, anche se ancora oggi sono del tutto rispettabili: sulla carta lo 0-100 km/h veniva coperto in 3,9 secondi, mentre la velocità massima dichiarata (e confermata da test giornalistici nel 1997) era di 308 km/h.

Fotogallery: Foto - Porsche 911 GT1 Road Car (1995)