La Gumpert e l’Intensa Emozione sono state le prime due hypercar della tedesca Apollo. Concepiti per rappresentare un’alternativa ancora più esclusiva alle Bugatti, i due modelli hanno permesso alla Casa di farsi conoscere il tutto il mondo.

Per capitalizzare ulteriormente la sua popolarità e per sfidare la nuova rivale Bugatti Bolide, l’Apollo è pronta a lanciare la Project Evo, un’evoluzione estrema dei primi due bolidi.

Si prepara a volare

Il marchio ha svelato la Project Evo nel corso del China International Import Expo di Shanghai. Il modello ha un design affilatissimo, con superfici molto spigolose e forme in grado di far sembrare l’auto in movimento anche quando è ferma.

Apollo Project Evo

Il frontale è dominato dai sottili fari LED a X e un enorme splitter in fibra di carbonio, mentre nella fiancata si notano le numerose prese d’aria e la particolare forma dell’abitacolo. Visto da fuori, il disegno della “cabina” della Project Evo ricorda quello degli aerei. Di derivazione aeronautica sono le due ali posteriori che “schiacciano” a terra l’hypercar alle alte velocità.

Apollo Project Evo

E la stravaganza dell’Apollo non è finita qui. Il posteriore presenta sei linee LED in corrispondenza delle appendici aerodinamiche e al centro si trovano tre terminali di scarico disposti a triangolo. La firma luminosa ricorda proprio quella della Bugatti Bolide.

Sarà più estrema dell’Intensa Emozione

La Project Evo può contare su una sofisticata aerodinamica attiva, su spoiler regolabili e su un telaio monoscocca in fibra di carbonio. Nulla si sa, però, del motore. Vista la presenza degli scarichi è normale aspettarsi un motore termico, ma non è chiaro se si tratti di un propulsore puro o supportato da una qualche forma di elettrificazione.

Fotogallery: Apollo Intensa Emozione ai Motor1Days 2019

L’Intensa Emozione è mossa da un 6.3 V12 aspirato da 780 CV e 760 Nm di coppia ed è in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 2,7 secondi con una velocità massima di 350 km/h.

Prodotta in soli 10 esemplari (ovviamente già tutti venduti), anche questa hypercar è dotata di un’aerodinamica molto complessa in grado di generare 1.350 kg di deportanza a 350 km/h, ossia più del peso dell’auto che si attesta sui 1.250 kg.

È probabile che anche la Project Evo verrà venduta in pochissimi esemplari e c’è da credere che Apollo abbia creato un’auto ancora più estrema nelle prestazioni.

Fotogallery: Foto - Apollo Project Evo