Una Corvette ancora più estrema? Non c’è solo la Z06. Ora, Chevrolet mette a disposizione anche la GT3.R, ma c’è un piccolo limite. L’auto non è omologata per la strada e può essere utilizzata solo in pista da team, piloti professionisti o anche (per la prima volta nella storia del marchio) da amatori.

Pur essendo meno potente della Z06 stradale, questa Z06 GT3.R rappresenta comunque l’apice delle prestazioni a bordo di una Corvette.

Nata per la pista

La Chevrolet Corvette Z06 GT3.R è una “fusione” della Z06 e della C8.R da competizione. Il modello, infatti, utilizza il telaio in alluminio e l’aerodinamica di quest’ultima, ma sotto al cofano c’è lo stesso 5.5 V8 della prima. Tuttavia, per rispettare le normative FIA della categoria GT3, questa Corvette ha una potenza compresa tra 500 e 600 CV, al contrario dei 680 CV del motore originale.

Chevrolet Corvette Z06 GT3.R

In ogni caso, con una carrozzeria così esasperatamente da corsa e con una probabile riduzione del peso, pensiamo che questa GT3.R sappia ugualmente emozionare e garantire prestazioni esaltanti. Nella Z06 presentata qualche settimana fa, il V8 aspirato tocca gli 8.600 giri al minuto e consente un’accelerazione 0-100 km/h di circa 2,6 secondi.

Il futuro della Corvette

Nei prossimi anni ci aspettiamo tante altre novità riguardo alla Corvette. Dopo la Z06 in arrivo nel 2022, nel 2023 sarà la volta della Grand Sport (o E-Ray) con motore 6.2 V8 elettrificato con un’unità elettrica anteriore per sviluppare la trazione integrale e 600-650 CV, mentre nel 2024 potrebbe esserci il debutto della ZR1 con un 5.5 biturbo da oltre 850 CV.

Chevrolet Corvette Z06 GT3.R

Infine, nel 2025 potrebbe essere il momento della prima Corvette dotata di un powertrain ibrido plug-in basato sulla ZR1 e una potenza superiore ai 1.000 CV.

Fotogallery: Foto - Chevrolet Corvette Z06 GT3.R