L’elettrificazione ha un costo importante anche per i costruttori. Almeno in questa fase, ricerca, sviluppo ed ingegnerizzazione di un’auto elettrica non sono a buon mercato per le Case.

Per mantenere intatti i margini di profitto, quindi, i marchi devono ricorrere a piccoli stratagemmi. Ad esempio, BMW ha annunciato che ridurrà le possibilità di personalizzazione dei suoi modelli nel prossimo futuro.

Meno personalizzazioni, meno complessità

A rivelare i piani di BMW è stato il CFO (chief financial officer) del marchio Nicolas Peter nel corso di un'intervista al Financial Times

Secondo il dirigente bavarese, certe combinazioni di colori e accessori scelte da una piccolissima nicchia di clienti rappresentano un costo importante in termini di produzione. Un “prezzo” che BMW, in questo momento, non può permettersi di pagare vista la necessità di mantenere in costante efficienza i propri stabilimenti.

Sempre stando alle parole di Peter, le minori personalizzazioni avranno un basso impatto sulle vendite:

“Potenzialmente potremmo dimezzare le possibilità di customizzazione di un modello senza perdere nemmeno un cliente. Dobbiamo essere più efficienti e risparmiare risorse”.

Sulla scia delle rivali

Attualmente, la gamma di personalizzazioni dei brand del Gruppo BMW è piuttosto ampia. Il programma BMW Individual, ad esempio, prevede colori, rivestimenti e accessori extra rispetto alla lista di optionals tradizionale. Tuttavia, in futuro queste possibilità verranno ridotte in maniera importante.

BMW 745Le xDrive di BMW Individual Manufaktur
BMW 745Le xDrive by BMW Individual Manufaktur

Il marchio bavarese, comunque, non è il primo a semplificare la propria gamma. Mercedes produce solo auto con cambio automatico, mentre Volvo offre solamente due motori termici a 4 cilindri per tutto il suo range di 7 modelli.

Anche attraverso questa operazione, l’obiettivo di BMW è far crescere la quota di modelli elettrici venduti. Il brand dovrebbe chiudere il 2021 con 100 mila immatricolazioni ad emissioni zero in tutto il mondo e vorrebbe raddoppiarle nel 2022, crisi dei chip permettendo.

Fotogallery: Le prime BMW Serie 1 e Serie 2 Gran Coupé con tinta Individual