Tesla Model S Plaid e Rimac Nevera sono tra le auto a batteria più estreme e rapide del pianeta. Sia l’americana che la croata, però, impallidiscono di fronte alla Buckeye Bullet 3.

Concepita dagli studenti della Ohio State University in collaborazione col costruttore monegasco Venturi, questa “auto” è stata costruita con uno scopo preciso: diventare l’elettrica più veloce di sempre.

Costante miglioramento

Il progetto Buckeye Bullet è cominciato nell’ottobre 2004 col primo prototipo in assoluto che raggiunse i 437,318 km/h in un solo miglio. Anche se il primato non ricevette l’omologazione della FIA, si trattò di una velocità incredibile se paragonata a quella della Bugatti Veyron di quei tempi, la quale fermava il contachilometri ad “appena” 407 km/h (un valore progressivamente incrementato con le versioni speciali degli anni seguenti).

Buckeye Bullet 3, l'elettrica più veloce al mondo

Non pago dell’impresa, il team universitario si è costantemente migliorato negli anni mettendo alla prova nuove tecnologie. Ad esempio, la Buckeye Bullet 2 (il secondo prototipo) era equipaggiato con un motore con architettura fuel cell ad idrogeno e toccò i 487,433 km/h nel 2008.

A ciò seguì la Bullet 2.5 con batterie agli ioni di litio per 495,140 km/h nel 2009 e la Bullet 3, con quest’ultima che detiene tuttora il record del mondo tra le elettriche.

topic-auto-da-record

Vedi tutte le notizie su Auto da record

Il primato assoluto

A seguito di uno sviluppo durato sette anni, nel 2016 l’ultima iterazione della Buckeye Bullet alzò l’asticella fino a 549,43 km/h, ossia 18 km/h in più della Koenigsegg Jesko Absolut, l'auto di serie più veloce al mondo.

Questo vero e proprio missile montava un potentissimo powertrain capace di sviluppare 3.000 CV e scaricarli a terra attraverso una trasmissione a due velocità, con la seconda marcia inserita ad oltre 400 km/h.

Buckeye Bullet 3, l'elettrica più veloce al mondo

Pesante circa 3.600 kg, lungo 9,4 metri e con un’altezza da terra di soli 38 mm, la Bullet 3 guidata dal pilota Roger Schroer stabilì il primato a Bonneville Salt Flats, sede di tantissimi record di velocità, anche di auto diesel e con carburanti alternativi. Resta da capire se l’università dell’Ohio sfiderà ancora una volta sé stessa provando a migliorare il suo record con un nuovo incredibile progetto.

Fotogallery: Foto - Buckeye Bullet 3, l'elettrica più veloce al mondo