Si parla sempre più spesso di ecosostenibilità e di come il mondo debba abbracciarne i valori, dai piccoli gesti quotidiani alle azioni delle multinazionali. Ma se per i privati non esiste un metro di valutazione, per le aziende ci sono numerosi sistemi per "toccare con mano" il loro cammino verso un futuro sempre più ecosostenibile. Valutazioni come quelle firmate da EcoVadis, un provider di valutazione di sostenibilità attivo in più di 175 paesi che collabora con decine di migliaia di aziende.

Tra queste è presente ALD Italia che, dopo la "Gold Medal" del 2021 si è vista consegnare da EcoVadis la "Platinum Medal", assegnata all'1% delle migliori aziende monitorate da EcoVadis, quelle con un punteggio complessivo compreso tra 75 e 100. Punteggio che valuta differenti aree come strategia di selezione dei fornitori, pianificazione del roll-out, formazione degli acquirenti e altro ancora.

Sempre più elettrici

"A premiarci sono stati senza dubbio la tenacia e la concretezza con cui portiamo avanti gli obiettivi individuati nella nostra strategia Move for Good, parte integrante del piano strategico di Gruppo Move 2025" ha commentato Veronica Spanu, HR, Facility & CSR director di ALD Automotive Italia.

Un piano, il Move 2025, che delinea i principali obiettivi strategici per lo sviluppo di ALD, la cui ambizione è quella di diventare un fornitore di mobilità sostenibile completamente integrato e leader globale del settore, attraverso trasformazioni come periodi di noleggio più lunghi, a volte anche per l'intera vita dei veicoli, arrivando al 2025 con il 30% della flotta completamente elettrica, per arrivare al 50% entro il 2030.

Transizione energetica che già oggi fa parte della filosofia di ALD, come ricordato da Spanu "Oltre ad accompagnare imprese e privati nel delicato passaggio verso la transizione ecologica, verifichiamo gli impatti prodotti da tutta la nostra catena del valore, scegliendo accuratamente fornitori che rispettino e certifichino requisiti ambientali, qualitativi e di responsabilità sociale".