Chi, sano di mente, scambierebbe una Ferrari (una qualsiasi) con una Renault Twingo? Nessuno. Eppure secondo Shakira il suo ex (Gerard Piqué, per anni difensore del Barcellona) lasciandola per un'altra avrebbe fatto proprio questa (folle) scelta. "Hai scambiato una Ferrari con una Twingo" canta la popstar colombiana. Follia sentimental-automobilistica.

Ora, come detto nessuno - e ripetiamo "nessuno" - mai nella storia mollerebbe un bolide di Maranello per mettersi in garage la piccola francese. Eppure la Twingo ha (meglio, ha avuto) una sua dignità. E noi oggi la vogliamo difendere.

"Fronte unito in difesa della Twingo" ci chiameremo. Perché di auto così non ne fanno più. Ed è un peccato. Di Ferrari invece (vivaddio) ne fanno ancora.

Le misure contano

Girare in Ferrari non è solo affascinante. È un'esperienza unica. Che sia V6, V8 o V12 poco importa. Gli occhi di tutti addosso. Un sound da premio Oscar. Sapere che, alla pressione dell'acceleratore, si verrà proiettati a velocità smodata. Impagabile. Così come dover parcheggiare. O di caricarci qualcosa di più di un trolley per il weekend. O chissà - magari c'è qualcuno che lo fa - buttarci dentro un sacchetto della spesa.

Ferrari Purosangue rossa

Che il fascino qui non basta. Ci vuole praticità. E la Twingo ne ha da vendere. Anche se è più piccola della Ferrari più piccola mai prodotta. 

Era lunga 3,43 metri. Meno di un'attuale Fiat 500. Ma ci viaggiavi comodo in 4. Il divanetto posteriore era scorrevole. E i suoi schienali si reclinavano completamente. Così come quelli dei sedili posteriori.

Renault Twingo

In quel di Maranello devono ancora creare un'auto così versatile. E se volete una Ferrari per viaggiare in 4 dovete prendere la Purosangue. Costa qualcosa come 385.000 euro. E dovete rassegnarvi a tempi d'attesa lunghissimi.  

Ah si. La Twingo aveva la strumentazione digitale. Negli anni '90. Inizio anni '90.

Ferrari Purosangue

La plancia della Ferrari Purosangue

Renault Twingo

La plancia della Renault Twingo

Originalità di serie

Una Ferrari la potete avere come volete. Cioè davvero. Andate a Maranello, lubrificate la carta di credito, entrate negli uffici e poi esprimete i vostri desideri. Ed ecco che accade la magia: può nascere una one-off esattamente come la volevate. Per desideri meno spinti c'è il reparto Tailor Made. Perché guai ad avere una Ferrari uguale a quella del vicino di casa. La gente chiacchiera. Il vostro Cavallino deve essere il più originale possibile. Basta passare alla cassa.

Ferrari_SP51_7

Ferrari SP51, l'ultima one-off Ferrari

La Renault Twingo? Nasceva già originale e diversa. Delle forme da piccola monovolume. Colori carrozzeria sgargianti. Interni? Va bene, va bene, manca la pelle. Ma Anche qui - senza dover ricorrere a mirabolanti incontri con il centro stile Renault - si potevano avere fantasie particolari. E c'erano anche versioni speciali. Come quella firmata "United colors of Benetton". Era tutto a listino. E i prezzi più che popolari.

Alcuni dei colori disponibili per la Renault Twingo

Quanto mi costi

Ora anche Ferrari è ibrida. E va in elettrico. Secondo il ciclo WLTP percorre circa 15 km con un litro. Poi però le batterie si scaricano. La voglia di spremere il V6 sale. E bum! Consumi stellari.

Foto - Ferrari 296 GTB, la prova su strada

Ferrari 296 GTB

Poi c'è la Renault Twingo. Che ok, con i 54 CV del suo 1.2 4 cilindri non pareggia nemmeno la potenza del motore elettrico della "rossa". Ma che a livello di consumi fa lo stesso. Sempre. Non c'è bisogno di tenere d'occhio lo stato di carica della batteria. 

A meno che non abbiate in garage la Renault Twingo di terza generazione. Elettrica. Un elettrico che in Ferrari arriverà nel 2025. 5 anni dopo la Twingo Z.E.

Twinghisti di tutto il mondo, unitevi!

Si fa per scherzare naturalmente. Non siamo qui a dirvi "Se avete una Ferrari in garage dovete scambiarla con una Twingo".

Ma se una Twingo ce l'avete tenetevela stretta. E se vi propongono una Ferrari in cambio fateli vedere da uno bravo.

 

 Il tweet con cui Renault Francia risponde alla canzone di Shakira