Già in piena crisi dei microchip il gruppo Stellantis si è premurato di avere un canale di fornitura privilegiato stringendo nel 2021 un accordo col colosso cinese Foxconn per produrre semiconduttori per auto.

Oggi quell'accordo mostra i suoi primi frutti con la nascita di SiliconAuto, una joint venture paritetica tra Stellantis N.V. e Hon Hai Technology Group (Foxconn) che, a partire dal 2026, si occuperà di progettare e vendere quei semiconduttori che sono gli elementi base dei microchip.

Semiconduttori per le auto elettriche

SiliconAuto fornirà quindi ai suoi clienti (gruppo Stellantis e non solo) "una famiglia di semiconduttori all’avanguardia per gli operatori dell’industria automobilistica e per veicoli di ultima generazione".

Il target sarà quindi in primo luogo quello dei veicoli elettrici dove i semiconduttori risultano particolarmente importanti per il funzionamento di moduli e funzioni controllate da computer.

Peugeot Inception concept 2023

Peugeot Inception concept

Tra le piattaforme auto che utilizzeranno i semiconduttori SiliconAuto c'è in primo luogo la STLA Brain, la nuova architettura elettrica/elettronica e software di Stellantis già pronta per l’aggiornamento online Over-the-air (OTA). SiliconAuto avrà la propria sede nei Paesi Bassi.

"Stellantis beneficerà di una costante fornitura di componenti essenziali"

Nel dare l'annuncio della joint venture tra il gruppo italo-francese e la multinazionale di Taiwan, il Chief Technology Officer di Stellantis, Ned Curic, ha detto:

"Stellantis beneficerà di una costante fornitura di componenti essenziali, fondamentale per promuovere la rapida trasformazione in termini di software dei nostri prodotti.

Il nostro obiettivo è quello di realizzare veicoli perfettamente connessi con la vita quotidiana dei nostri clienti e di offrire prestazioni ai vertici del settore anche anni dopo l’uscita dalla fabbrica. Grazie a questa joint venture possiamo creare innovazioni ad hoc tramite una partnership efficiente."

SiliconAuto, il logo

Jerry Hsiao, Chief Product Officer di Foxconn ha commentato così la nascita di SiliconAuto:

"Ci attende un futuro di straordinaria mobilità elettrica sostenuta dall’integrazione verticale di prestazioni e risorse garantita da SiliconAuto ai nostri partner. L’energia sviluppata dalla collaborazione consentirà ai nostri clienti di diventare più competitivi."

Ricordiamo che Foxconn è il più grande fornitore mondiale di componenti elettroniche per le aziende produttrici, tra cui Apple, Dell, Intel, Microsoft, Huawei e Sony.

Foxtron Model B

Foxconn è già entrata a tutti gli effetti anche nell'industria dell'auto con marchio Foxtron nato da una joint venture con la taiwanese Yulon Motors.