La Omoda 5 è un SUV/crossover di segmento C prodotto dal Gruppo cinese Chery. Arrivata in Italia da poche settimane, si presenta con un design moderno per competere con concorrenti molto agguerrite e ben radicate nel mercato come Volkswagen Tiguan e Peugeot 3008, giusto per fare un paio di nomi.

Per vincere in questo difficile segmento, però, servono soprattutto degli interni molto tecnologici e spaziosi, dotati di tutti i comfort e con materiali di buona qualità. Analizziamo dunque l'abitacolo della Omoda 5 e le sue dimensioni interne.

Omoda 5, la plancia

Gli interni della Omoda 5 hanno uno stile minimal ma di impatto, con un arredamento che ricorda molto quello di alcune Mercedes, Classe A e GLA in primis. 

La plancia infatti si sviluppa in senso orizzontale ed è quasi del tutto priva di comandi fisici. Gli unici tasti a sfioramento presenti al centro della consolle (sotto al grande sistema di infotainment che vedremo tra poco) sono stati ideati per avere delle scorciatoie - pratiche quando si è in movimento - per attivare o disattivare alcuni importanti sistemi di bordo, come il climatizzatore.

 

A livello tecnologico, nella parte alta della plancia trovano posto 2 schermi da 10.25" ciascuno: uno per la strumentazione 100% digitale, l'altro per il sistema di infotainment, posizionati l'uno accanto all'altro e circondati da un'unica cornice dai bordi laterali inclinati.

La strumentazione dietro al volante, in particolare, ha una grafica personalizzabile e permette di visualizzare sia le informazioni del veicolo, sia il trip computer, ma anche il funzionamento degli assistenti alla guida.

Omoda 5

Omoda 5, il volante

Omoda 5

Omoda 5, il selettore del cambio automatico

Completa la dotazione la ricarica wireless per lo smartphone posizionata sul tunnel centrale, attorno alla piccola leva del cambio e vicino ad alcuni pulsanti di utilità quotidiana, come quello per azionare il freno a mano, quello per gestire le modalità di guida, o quello per attivare il riscaldamento dei sedili.

Il volante è tagliato nella parte bassa, per dare un aspetto sportivo, integra vari comandi fisici per gestire le informazioni visualizzati sui monitor e gli assistenti alla guida. 

Omoda 5, la connettività

Il sistema di infotainment della Omoda 5, come detto, è composto da 2 schermi da 10,2 pollici ciascuno inglobati sotto a un'unica cornice, perfettamente affiancati.

Da essi si gestiscono sia le diverse impostazioni di guida dell'auto, ma anche il climatizzatore e le varie modalità di guida. Ovviamente non manca la compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay, anche in modalità wireless.

Omoda 5 2024  
Strumentazione digitale 10,2"
Head Up Display No
Monitor centrale 10,2"
Mirroring Android Auto (non specificato se wireless)
Apple CarPlay (non specificato se wireless)
OTA nd
Assistente vocale nd

Omoda 5, qualità e materiali

I sedili della Omoda 5 sono rivestiti con un materiale simile alla pelle. Dal design "monoscocca", sono dotati di riscaldamento e abbinati, tra le dotazioni extra, anche a un tetto apribile in vetro non panoramico, utile a far entrare più luce in abitacolo.

Come si può vedere nel nostro video (che trovate in fondo all'articolo), le bocchette della plancia sono di dimensioni contenute e adornate da un grande impianto di luci ambientali multicolore

Omoda 5, gli interni

Omoda 5, gli interni

Omoda 5, lo spazio

La Omoda 5 è, come detto, un crossover di segmento C e come tale offre buono spazio in abitacolo, grazie anche al passo di 2.63 metri. I passeggeri sia anteriori sia posteriori possono godere di un discreto spazio per le gambe, il divanetto posteriore ha un disegno regolare anche al centro e il tunnel centrale non è particolarmente ingombrante.

Sotto la media del segmento invece il volume di carico, con appena 360 litri di capacità minima. Non sono stati rivelati i dati di quella massima, con gli schienali posteriori abbattibili secondo lo schema 60:40.

Omoda 5

Omoda 5, il bagagliaio

Omoda 5, gli interni

Omoda 5, i sedili posteriori

Omoda 5 2024, vista dal vivo

Fotogallery: Omoda 5, gli interni nel dettaglio