Renault Scenic, come va il nuovo 1.3 turbo benzina

Quattro cilindri turbo, 1.3 litri di cubatura e tre livelli di potenza: 115, 140 e 160 CV. E’ questa la carta d’identità del nuovo motore Renault sviluppato in partnership con Daimler - lo stesso che ritroviamo sulla Mercedes Classe A- , omologato Euro 6b e pronto ad adottare a settembre il filtro antiparticolato per soddisfare le norme Euro 6d-TEMP sulle emissioni. Debutta su Renaut Scenic e Grand Scenic andando a sostituire il vecchio 1.2 turbo e può essere abbinato al cambio automatico doppia frizione EDC. Noi abbiamo guidato la “piccola” Scenic con il 1.3 di potenza intermedia, quello da 140 CV, con il cambio automatico. Ecco come è andata.

Com’è

Esteticamente non cambia: saranno i cerchi da 20 pollici di serie, la carrozzeria bicolore o l’aspetto da crossover, ma l’ultima generazione della Renault Scenic non passa di certo inosservata. Ampie superfici vetrate, comodi sedili e vani portaoggetti ovunque (con una capienza complessiva di ben 63 litri) rendono la monovolume francese l’auto da famiglia ideale, influenzata da quel look “da SUV” che piace e che va tanto di moda. Di 506 litri la capacità minima del bagagliaio, niente male considerando i 4,41 metri di lunghezza e la possibilità di aumentarla ulteriormente facendo scorrere i sedili posteriori. L’impostazione della plancia riprende lo stile che troviamo sulle altre auto della gamma, con lo schermo dell’infotainment in posizione verticale – a voler simulare un tablet – che raccoglie tutte le funzioni dell’auto andand...