Più arrotondata fuori, consuma meno di prima, facendo oltre 20 km con un litro. Migliorabile in autostrada e come infotelematica

Da guidare in città, nel traffico, è il non plus ultra, perché è fluida, morbida, silenziosa. Ma per una gita fuori porta o un viaggio un po' più lungo? E' una delle domande a cui abbiamo cercato di rispondere nel #perchècomprarla della Toyota Yaris Hybrid, versione restyling della piccola giapponese con due motori: un benzina 4 cilindri .5 litri e uno elettrico. A Milano e Roma è richiestissima, per le agevolazioni relative all'Area C e ai parcheggi "blu" gratutiti, e sulla carta se la batte con i piccoli diesel per economia di esercizio. Ottimi presupposti, dunque, per capire come va nella nostra video-prova.


Pregi e difetti


La città è l'habitat ideale per la Yaris ibrida: da fermi si parte in perfetto silenzio in modalità elettrica e il motore a benzina può restare spento fino a 7 all'ora se si è bravi a gestire bene il pedale dell'acceleratore e le fasi in cui si deve rallentare o frenare, recuperando energia. Premendo a fondo sul gas, invece, salta fuori il tipico effetto "frullatore" o "scooter" del cambio automatico epicicloidale. Se siete abituati (o vi piace) guidare dando dei bei pestoni con il piede destro, è un comportamento che vi darà fastidio, mentre tenendo andature costanti vi gusterete la scorrevolezza di quest'ibrida, andando anche spediti in curva. In autostrada, invece, a 3 km/h costanti farete in media 6 km con un litro (che è il caso peggiore), con qualche fruscio aerodinamico di troppo e un impianto audio e di navigazione non così potente e preciso. Per il resto, vi godrete consumi reali che vannio dai 4,5 ai 5,5 litri/ km (8-22 km/litro) e un ottimo relax di guida.


Qual è la migliore?


L'ibrida provata in questo video è la più desiderabile fra tutte le Yaris. Se fate molti viaggi lunghi, comunque, valutate anche il motore .4 turbodiesel. Scegliendo, se potete, le versioni con le ruote da 5 pollici, che assorbono decisamente meglio le buche rispetto a quelle con l'assetto da 6", che però offrono optional comodi come il regolatore di velocità cruise control, che non si può avere su tutte le varianti della Yaris, che anche in quest'ultimo restyling rimane molto competitiva rispetto a concorrenti come la Volkswagen Polo, la Renault Clio, la Ford Fiesta e la Peugeot 28. E tutte le (tante) altre utilitarie di segmento B che abbiamo catalogato per voi nel nostro Trovauto, per permettervi di fare confronti in modo semplice e intuitivo.


Cliccate qui per prenotare un test drive di Yaris Hybrid Cool.

Fotogallery: Toyota Yaris, iniezione di grinta e di sostanza