Il 1.5 diesel a tre cilindri non tradisce il piacere di guida dell'inglesina familiare... e pure i consumi ringraziano

Finalmente riesco a mettere le mani sul diesel tre cilindri di BMW e lo faccio sulla MINI One D Clubman protagonista di questa prova consumi Roma-Forlì. Era da un po' che volevo testare l'efficienza del piccolo turbodiesel bavarese, con una cilindrata "giusta" di 1,5 litri e i 116 CV di potenza uniti ai 270 Nm di coppia che sulla carta promettono efficienza senza perdere piacere di guida. Per la prima confermo in pieno con un consumo di appena 3,75 l/100 km (26,67 km/l) e per la seconda dote posso solo dire che questa One D mi è piaciuta davvero sia per l'assetto e la guidabilità che per le prestazioni brillanti. Certo, chi è abituato al 2 litri delle Cooper D e SD o addirittura alle versioni a benzina potrebbe obiettare che questa Clubman entry level a gasolio non ha lo stesso "tiro", ma la precisione di guida e la brillantezza restano. A chi non avesse ben colto la qualità del risultato portato a casa dalla piccola familiare britannica ricordiamo che la MINI One D Clubman si colloca nella parte più alta della classifica consumi, poco dietro la Peugeot 208 GT Line BlueHDi 120 (3,63 l/100 km - 27,55 km/l) e la sorprendente Suzuki Celerio 1.0 Style a benzina (3,65 l/100 km - 27,40 km/l) e davanti alla Mercedes A 180 d (3,85 l/100 km - 25,97 km/l).


Pur con un'abitabilità abbondante per quattro persone e un bagagliaio dalla capienza discreta con classica apertura ad armadio, la MINI One D Clubman è riuscita a contenere i consumi anche nell'utilizzo misto urbano/extraurbano: 4,8 l/100 km che si traducono in 20,8 km/l nell'uso quotidiano più frequente. Anche nei lunghi viaggi in autostrada con la MINI non ho consumato più di 5,6 l/100 km (17,8 km/l) e solo il gravoso test del traffico romano ha richiesto un tributo di gasolio più alto e un po' sopra la media per un "millecinque" diesel: 8 l/100 km pari a 12,5 km/l. Una piccola rivalsa è quella dell'economy run in pianura a velocità costante dove la MINI One D Clubman ha ottenuto un buon dato di 3,4 l/100 km (29,4 km/l). Da ultimo occorre poi ricordare il consumo indicato sul computer di bordo alla fine della prova durata oltre 1.400 km: 4,9 l/100 km (20,4 km/l). A titolo di confronto consiglio di paragonare i consumi di questa Clubman con quelli della Countryman Cooper D provata da poco, dotata però di trazione integrale e cambio automatico. Un accenno infine al confort e al prezzo della vettura provata: il diesel tre cilindri non si fa sentire troppo nell'abitacolo che risulta sempre ben vivibile, mentre il ricco Pacchetto Business, la vernice metallizzata, i cerchi da 17" e i fari Bi-LED le fanno raggiungere quota 30.750 euro.


Dati


Vettura: MINI One D Clubman
Listino base: 25.550 euro
Data prova: 28/04/2017
Meteo: Nuvoloso, 15°
Prezzo carburante: 1,328 euro/l (Diesel)
Km del test: 1.404
Km totali all'inizio del test: 3.567
Velocità media nel tratto Roma-Forlì: 82 km/h
Pneumatici: Dunlop Sport Maxx RT2 XL - 225/45 R17 94W (Etichetta UE: C, A, 71 dB)


Consumi


Media "reale": 3,75 l/100 km (26,67 km/l)
Computer di bordo: 3,9 l/100 km
Alla pompa: 3,6 l/100 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo


Conti in tasca


Spesa "reale": 17,93 euro
Spesa mensile: 39,84 euro (800 km al mese)
Quanto fa con 20 euro: 402 km
Quanto fa con un pieno: 1.280 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo


La prova Roma-Forlì ha anche la sua classifica aggiornata dei consumi. Datele un'occhiata e troverete molte sorprese.

Gallery: Nuova MINI Clubman, meno stravagante più familiare