Forte nel rapporto qualità/prezzo, con costi di gestione attraenti, ha qualche difficoltà a tenere alta la media se si analizzano le prestazioni

Un best-seller nella categoria delle auto "furbe", un modello rinnovato totalmente da poco più di un anno e che continua a essere molto apprezzato in Europa, inclusa l’Italia. Il motivo? Semplice, un rapporto prezzo/spazio quasi senza rivali che conferma la Dacia Duster come il crossover da tenere in considerazione da coloro che l’auto la sfruttano davvero.

Con la sua ultima evoluzione la Duster è cambiata molto, guadagnando terreno rispetto alla concorrenza in quanto a fascino, ma rimangono alcune lacune irrisolte, anche sulla versione GPL 1.6 SCe 115 CV 4x2 in allestimento Prestige scelta per questa prova, offerto a poco più di 17.000 euro.

Pro e Contro, Dacia Duster GPL

Forme tondeggianti e muscoli che sognano di avventure spensierate, uno stile quello della Duster che continua a convincere sia la clientela “urbana” sia quella che preferisce guidare durante il tempo libero, lontano dal caos. Grandi passaruota nel profilo laterale concedono spazio alla fantasia che non fatica a immaginarsi questa Dacia col fango fino al mozzo delle ruote durante una gita fuoriporta. Poi, gruppi ottici ricercati (in particolare quelli dietro) e plastiche che rafforzano quel "déjà-vu" da fuoristrada.

Pro e Contro, Dacia Duster GPL

In estrema sintesi è lunga 4,34 metri, alta 1,69 e larga 1,80, con la capacità del bagagliaio che parte da 445 litri (e considerate che la 4x4 ha una capacità lievemente inferiore della 4x2). In altre parole, in queste dimensioni si racchiude una fruibilità dell’abitacolo assolutamente in grado di accogliere le necessità di una famiglia di quattro persone, o di sportivi particolarmente esigenti. Il divano posteriore è ovviamente abbattibile; peccato solo che manchino sistemi di contenimento degli oggetti o una sacca/passante per gli sci.

Pro e Contro, Dacia Duster GPL

Un motore iper collaudato, non un fulmine di guerra, ma un buon compagno di viaggio in abbinamento al GPL. Il 1.6 da 115 CV, unito alla trazione anteriore e al cambio manuale a 5 marce, permette alla Duster a gas di consumare mediamente di 7,60 l/100 km (13,16 km/l), ma soprattutto permette un effettivo risparmio rispetto alla sorella Diesel 4x4. Nella nostra prova consumi reali Roma-Forlì ha evidenziato come per 360 km col GPL siano serviti 16,94 euro, quasi il 30% in meno sullo stesso percorso rispetto alla versione a trazione integrale e alimentata a gasolio.

Pro e Contro, Dacia Duster GPL

La praticità non è mai in secondo piano se si tratta di Dacia, e la Duster non fa eccezione. I sedili hanno una valida imbottitura e il comfort rimane di buon livello anche nelle lunghe tratte. Non mancano poi vani portaoggetti di discrete dimensioni e prese USB-12V. Il bracciolo centrale singolo però rimane quasi esclusivamente dedicato al guidatore, senza essere fruibile anche dal passeggero.

Pro e Contro, Dacia Duster GPL

Per la verità, i cavalli di potenza sono 115 solo con l’alimentazione a benzina, mentre quando optate per il GPL scendono a 109, con la coppia che oscilla tra i 144 e i 156 Nm a 4.000. E la mancanza di grinta di questo 1.6 sta proprio qui, ovvero nel modo in cui questa coppia motrice si esprime: anche se non vi trovate a pieno carico, effettuare un sorpasso su di una strada extra-urbana necessita di precisi calcoli poiché i tempi sono dilatati.

Se vi trovate in salita, meglio aspettare la discesa… Per quel che concerne una ipotetica "anomalia" segnalata da svariati clienti e riguardante un’accelerazione autonoma del motore (300-500 giri/min) durante i cambi di marcia (quindi solo in folle), secondo alcune indiscrezioni Dacia starebbe ipotizzando un richiamo ufficiale, ma al momento di questa pubblicazione non esistono ancora conferme dal Costruttore.

Dacia Duster GPL, Pro e Contro

Se il vostro obiettivo è quello di "maltrattare" la Duster, magari nell’utilizzo gravoso su strade sterrate, oppure caricando il bagagliaio e non avendo riguardo delle sospensioni durante la guida, sappiate che questo crossover vi risponderà con un robusto sorriso.

Se invece desiderate uno smorzamento esemplare del reparto sospensioni, magari nella guida allegra su strada, sarete voi a non sorridere poiché il feedback dell’assetto è spesso poco preciso, col retrotreno che non riesce a copiare delicatamente le asperità più brusche dell’asfalto, restituendo un comportamento vagamente sobbalzante.

Pro e Contro, Dacia Duster GPL

In generale le varie funzionalità dell’infotelematica potrebbero essere migliorate per grafica, rapidità e precisione. In particolare però, volendosi accanire con la Radio FM (quella DAB non c'è), il sistema in effetti perde spesso la frequenza richiesta, in questo modo l'ascolto risulta poco piacevole, anche a causa dei tanti rumori di sottofondo, un problema meno percepito in città.

Pro e Contro, Dacia Duster GPL

A questo prezzo alla Duster si possono scusare diverse "leggerezze", riguardanti alcuni materiali scelti per le finiture di plancia o bagagliaio. Ma una strumentazione così povera di informazioni, nel 2019, è davvero una carenza spiacevole, nonostante questo non sia l’unico caso in cui per auto con doppia alimentazione i Costruttori scelgono di non offrire i dati relativi a consumo e autonomia.

Fotogallery: Pro e Contro, Dacia Duster GPL