Con un'autonomia che sfiora i 400 km reali, la nuova "full-electric" della Stella alza l'asticella della mobilità premium a batterie

Se fino a qualche tempo fa vi avessero chiesto di immaginarvi un’auto elettrica, molto probabilmente avreste risposto con un’utilitaria da città. Oggi le cose sono un po’ diverse e l’elettrificazione sta cominciando a toccare tutti i segmenti della mobilità, trasformandosi da semplice alternativa al motore a combustione interna a una sorta di filosofia del movimento, iniziando a creare un vero e proprio ecosistema elettrico.

Fra i principali attori di questo cambiamento di approccio c’è sicuramente Mercedes, che prima ha lanciato il suo SUV elettrico EQC e oggi presenta al pubblico una monovolume elettrica: la EQV protagonista di questo test drive.

Com’è Fuori

Le linee e il design non si discostano affatto da quelle della sorella diesel Classe V, con cui la EQV condivide il pianale e anche la fabbrica di Vitoria nei Paesi Baschi spagnoli, impianto produttivo che ospita anche i furgoni Vito e Vito Tourer.

Mercedes-Benz EQV, lifestyle familiare
Mercedes-Benz EQV, la ricarica

A rendere riconoscibile la natura elettrica di questa monovolume ci sono la griglia frontale nera e cromata, oltre allo sportellino sotto al faro sinistro che nasconde la presa per la ricarica delle batterie. Queste ultime hanno una capacità massima di 100 kWh (di cui 90 sfruttabili) e sono sistemate sotto al pavimento, fra i due assali, in modo da non compromettere in alcun modo la volumetria e mantenere basso il baricentro.


Com’è dentro

Anche all’interno la EQV rispetta i parametri di abitabilità e modularità della Classe V, con la possibilità di ospitare fino a 7 passeggeri (più il conducente) attraverso diverse configurazioni dei sedili. Il bagagliaio offre una capacità massima di 1.410 litri, cosa che rende quest'auto adatta sia alle famiglie numerose sia ad un utilizzo più professionale: come navetta shuttle di un hotel, ad esempio, o come auto per il servizio di noleggio con conducente NCC.

Mercedes-Benz EQV, lifestyle familiare
Mercedes-Benz EQV, gli interni

All’interno, la natura “EQ” dell'auto risalta maggiormente, grazie all’utilizzo dell'illuminazione ambiente blu e per la presenza nel cruscotto dell’indicatore di sfruttamento della potenza, al posto del contagiri. Inoltre, sempre con lo stesso strumento, è possibile monitorare anche quanta energia si sta recuperando in fase di frenata. Non manca, poi, qualche tocco “vintage”, come la leva del cambio automatico e quella del cruise control adattivo, posizionate sul piantone del volante. Comandi che, a dire la verità, sono un po’ scomodi.

Piacere di guida

Con l'introduzione sul mercato di un numero crescente di nuove auto elettriche, stiamo progressivamente prendendo dimestichezza con la guida tipica di questo tipo di alimentazione. In particolare, oltre a godere di accelerazioni fulminee, si impara a fare più attenzione al consumo di energia, dovendo gestire autonomie e tempi di ricarica non ancora del tutto paragonabili a quelli di un'auto con motore termico.

Mercedes-Benz EQV, come va su strada

In questo contesto, però, la EQV non se la cava per niente male grazie ai suoi 400 km d'autonomia reale, che permettono di apprezzare senza troppa "ansia da ricarica" i quasi 204 CV di potenza massima, ma soprattutto i 362 Nm di coppia, che con la loro risposta istantanea garantiscono un’esperienza al volante che migliora quella della sorella diesel. La velocità massima è limitata a 140 km/h, con la possibilità di alzare il limite fino a 160 km/h per affrontare con più naturalezza anche qualche spostamento autostradale più lungo.

Mercedes-Benz EQV, come va in città

Laddove ci sia un numero sufficiente di colonnine a ricarica rapida, ovviamente. Il tutto è supportato da una maneggevolezza e un'agilità non proprio comuni su un’auto di quasi 5 metri di lunghezza. Selezionando, poi, con le palette dietro al volante la modalità di guida "D Auto", l'elettronica decide in autonomia l’intensità del recupero dell’energia basandosi su condizioni ambientali, sul traffico e tenendo conto dei segnali stradali.


Comfort

Il fatto che la EQV abbia una buona autonomia reale si ripercuote positivamente anche sul relax nell'affrontare un viaggio, perché l'infotainment MBUX può pianificare i percorsi gestendo le soste per la ricarica. Fra i parametri che posso essere inseriti nel sistema, ad esempio, c'è anche l’autonomia residua che si vuole avere una volta arrivati a destinazione.

Mercedes-Benz EQV, La strumentazione
Mercedes-Benz EQV, La strumentazione

Tutti i pagamenti per rifornirsi alle colonnine possono essere gestiti anche tramite l'app Mercedes me Charge. La EQV può essere ricaricata in corrente alternata da Wallbox privati o stazioni di ricarica pubbliche fino a 11 kW di potenza assorbita, mentre in corrente continua la potenza di ricarica sale fino a 110 kW.

Curiosità

Sulle auto con motori a benzina o diesel e cambio automatico, le palette dietro al volante servono a cambiare marcia in modalità manuale. Sulle auto elettriche, invece, si "frena". Attraverso i paddle, infatti, si regola l'intensità di quello che si può definire come "freno motore elettrico", decidendo cioè la quantità di energia da recuperare in frenata.

In modalità "D Auto", come accennato in precedenza, l'elettronica gestisce il tutto in autonomia, lasciando in ogni caso al guidatore la possibilità di intervenire così:

  • Nel livello D + la EQV ‘veleggia’ e non effettua alcun tipo di recupero di energia (0 m/s²).
  • Nel livello D la EQV decelera applicando una coppia di recupero paragonabile alla normale fase di rilascio di un motore a combustione interna (-0,6 m/s²).
  • Nel livello D - la coppia di recupero viene aumentata a -1,5 m/s².
  • Nel livello D - - il motore elettrico fornisce la sua coppia massima di recupero pari a -2 m/s²: selezionando questo livello è possibile la cosiddetta ‘guida con un pedale’.
Mercedes-Benz EQV, il dettaglio del badge EQ

Quanto Costa

Il listino della EQV parte da una base di 84.291 euro chiavi in mano, IVA e messa in strada incluse. Parliamo della versione Long con 1.000 litri di capacità del bagagliaio. Per chi avesse bisogno di ancora più spazio, c’è anche la versione Extralong con 1.410 litri di bagagliaio e un prezzo di partenza di 85.272 euro.

Nella lista degli optional - che comprende anche le sospensioni Airmatic, il tetto panoramico apribile e il cruise control adattivo - ricordiamo in particolare il pacchetto chiamato E-go Turbo Package, vale a dire una Juice Box di Enel X per caricare l'auto a 22 kW a partire da 1.770 euro, installazione e 3 anni di garanzia e manutenzione inclusi.

Fotogallery: Mercedes-Benz EQV, la prova

Mercedes-Benz EQV Long

Motore Elettrico
Trazione Anteriore
Batteria 100 kWh (90 utilizzabile)
Autonomia in elettrico 418 km
Tempo di ricarica < 10 h (fino a 11 kW AC) c.a 45 min. (da 10 a 80% fino a 110 kW CC)
Tipo di ricarica CSS
Emissioni 0 g/km
Velocità Massima 140 km/h di serie - 160 km/h a richiesta
Potenza 150 kW (204 CV) picco - 70 kW (95 CV) costante
Coppia Massima 362 Nm
Trasmissione Automatico
Lunghezza 5.140 mm
Prezzo base 84.291 euro