Avete una vaga idea di cosa significhi partecipare alla Mille Miglia come auto di supporto su di una Giulia Quadrifoglio (restyling) in edizione 100° Anniversario? No? Guardate il nostro video e di certo inizierete a capire.

I 100 esemplari costruiti di questa Giulia 100TH Anniversary rappresentano un tributo spettacolare al “Quadrifoglio” più famoso di sempre, anche se purtroppo c’è un problema di cui vi parlerò solo alla fine.

Nel mentre però, via con le presentazioni: oltre a me, infatti, in questa italica avventura ad alternarsi alla guida troverete Seyth, Direttore di Motor1 US, un gigante che arriva dal Michigan alla sua prima Mille Miglia, vissuta col Team Ufficiale Alfa Romeo e vetture spettacolari come la 1900 Sport Spider, la 1900C Super Sprint e la rarissima 2000 Sportiva: poteva andarci meglio? Non credo proprio. 

Restyling di sostanza 

Sono passati 100 anni da quel 15 aprile del '23, in cui il “Quadrifoglio” debuttò sulla versione “Corsa” della RL, durante la 14esima edizione della Targa Florio. E come sappiamo, in un secolo Alfa Romeo e il Quadrifoglio, nella loro unione, hanno scatenato un coinvolgimento emotivo esagerato che nel corso della Mille Miglia è palpabile, con un po' di alfisti che durante il percorso – lo ammetto – ce li siamo andati a cercare (guardare il video, per credere), con la Giulia Quadrifoglio che, ad ogni sosta, calamitava le attenzioni di tutti.

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

 

Si tratta naturalmente della versione Restyling della Quadrifoglio e, se nell’intimo della sua meccanica ci entreremo letteralmente strada facendo, le peculiarità di questa 100° Anniversario le si nota subito, grazie ai nuovi proiettori frontali Matrix Led adattivi “3+3”, mentre di 100esimo parlano pure le pinze freno color Oro che si intravedono attraverso i cerchi in lega bruniti da 19 pollici: invece, poco sopra, trova spazio l’emblema celebrativo di questa limited edition di 100 esemplari, con logo specifico “1923-2023”.

Il carbonio poi è ovunque, sia “nascosto” se si parla del cofano motore, sia in bella vista come per minigonne, spoiler e diffusore... anche se a ben guardare sulla “Rossa Etna” di questa prova il carbonio non verniciato è pure sul tetto. Sugli scarichi Akrapovic (qui, di serie) non aggiungo altro: quelli potete gustarveli da soli nel nostro video!

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling
La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

Ergonomia eccelsa

Una sportiva, per definizione, non dev’essere anche “comoda” o almeno, questa non è tra le caratteristiche che ci si aspetta imperativamente di trovare quando si sceglie un’auto di questa categoria.

La Giulia Quadrifoglio però, è una gran bella eccezione: oltre a essere una berlina infatti (con tutti gli annessi e connessi della versatilità che ne deriva), vivendola in lungo e in largo come solo la Mille Miglia impone di fare, alla fine il verdetto è semplice: è proprio comoda.  

La plancia è rimasta la stessa così come le forme della strumentazione a Cannocchiale, che però adesso è totalmente digitale e include uno schermo da 12,5 pollici, mentre l’infotelematica centrale sfrutta la piattaforma Alfa Connect Services, con aggiornamenti over the air e connessione tramite app.

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

Inoltre, come per tutte le Giulia, le grafiche variano a seconda della mappa di guida scelta, ma sulla Quadrifoglio oltre ai layout Evolved, Relax e Heritage, si aggiunge la configurazione “Race” con contagiri, tachimetro e shiftlight in primo piano.

I riferimenti al 100° Anniversario invece spiccano nell’impuntura del celebrativo numero “100” davanti al passeggero, accostato al Quadrifoglio sempre in color oro, come del resto sono le cuciture sui sedili in pelle e Alcantara, un marchio che anch’esso celebra il Made in Italy.

Alcantara, infatti, è l’azienda italiana che produce e commercializza in tutto il mondo l’omonimo materiale a marchio registrato Alcantara® e, quando si tratta di auto sportive, questo materiale è una garanzia di grip, resistenza e comfort termico: non è un caso se anche la 100° Anniversario se ne fa largo uso, sia nella parte centrale dei sedili (sia anteriori che posteriori) sia sul volante, proprio dove serve, alle 9:15.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 100° Anniversario

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 100° Anniversario

Differenziale meccanico: benvenuto!

La Giulia Restyling si evolve nell’estetica, ma la Quadrifoglio aggiunge esattamente quello che serviva per rendere ancora più incisiva la dinamica di guida. Il segreto è sempre quello: saper “ascoltare” e in Alfa Romeo, quando vogliono, lo sanno fare.

La Giulia Quadrifoglio infatti non è mai stata priva di difetti (tra elettronica e surriscaldamenti vari), ma nonostante questo ne siamo perdutamente innamorati soprattutto adesso, viste le modifiche apportate.

Il suo V6 biturbo adesso eroga 520 CV, ottenuti grazie a modifiche alla mappa e alla pressione in camera, riducendo di fatto le distanze coi 540 CV delle GTA. Per sfruttare ancora meglio questa cavalleria, adesso la Quadrifoglio restyling (100° Anniversario inclusa) è dotata di differenziale autobloccante meccanico con rampe molto chiuse e un blocco tirato a 35/50, un upgrade in grado di offrire un risultato assai migliorativo rispetto al torque vectoring, almeno nelle condizioni in cui mi sono permesso di provocare un po' di più la 100esimo anniversario, tra Abruzzo, Toscana e il Passo dell’Abetone, dove anche l'assetto ha dato il suo bel contributo.

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

Le sospensioni elettroniche hanno ricevuto anch’esse una nuova calibrazione che va particolarmente d’accordo con gli asfalti sconnessi, quindi, una volta premuto il tasto “Soft” (“Mid” quando la vostra mappa è la Race), la Giulia digerisce splendidamente quasi tutto, in città o tra le buche, senza dimenticarsi dei tratti guidati con un pochino più di “allegria”.

100 anni... di AM!

Questo importante Anniversario però non riguarda solo il Quadrifoglio di Alfa Romeo, ma in questa occasione si è festeggiati anche il secolo dell'Aeronautica Militare... ed ecco perché ogni giorno le auto in gara transitavano da una base della nostra aeronautica, col 6° stormo di Ghedi e i suoi Tornado che ha aperto le danze, mentre a Cervia è stato il 15° stormo a fare gli onori di casa, reduce dalle impegnative settimane trascorse ad assistere i territori alluvionati in Emilia Romagna e nelle Marche.

Poi particolarmente spettacolare è stato il passaggio all’appena rinnovato Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle, sul lago di Bracciano, senza dimenticare l’aeroporto di San Damiano, vicino Piacenza... un’aeronautica militare presente poi anche in Gara con svariate sue automobili d’epoca dall’importantissimo passato storico e sportivo.

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

La Mille Miglia 2023 con l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling

“Houston, abbiamo un problema”  

E sapete qual è? Che tutte le Giulia Quadrifoglio 100° Anniversario sono già state vendute, nonostante i circa 120.000 euro richiesti per averne una: ma poco importa perché le “normali” Quadrifoglio saranno presto disponibili con, meccanicamente, le stesse intense emozioni da offrire, quindi: W L’ALFA ROMEO!

Fotogallery: L'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio restyling alla Mille Miglia 2023