Suzuki Vitara, i benefici della vitamina S

A meno di un anno dalla presentazione - il lancio risale a febbraio 2015 - la Vitara si arricchisce di un nuovo allestimento, abbinato a un motore a sua volta inedito. Debutta infatti Suzuki Vitara S, dove S sta ad indicare un allestimento top di gamma, molto sportivo, colorato e frizzante nel look e praticamente full optional per quello che riguarda la dotazione di comfort e sicurezza. Il motore che ho provato è invece un 1.400 turbo alimentato a benzina, capace di 140 CV e - soprattutto - 220 Nm di coppia disponibili fra 1.500 e 4.000 giri. Un quattro cilindri che sfrutta la tecnologia Boosterjet di Suzuki (ovvero l'iniezione diretta abbinata alla sovralimentazione) e grazie alla quale i giapponesi dichiarano un consumo medio di soli 5,4 l/100 km e 127 g/km di CO2. Un ottimo valore, frutto anche del peso contenuto in soli 1.300 kg: pochi se si tiene conto che si tratta di un crossover e del fatto che la trazione è integrale. La Vitara S è in vendita dal primo dicembre a 27.600 euro, inizialmente solo con cambio manuale. L'automatico arriverà più avanti, optional a 1.500 euro.


Bianca, grigia o rossa e molto vivace


Insieme alla Swift, la Vitara è il "punto luce" all'interno della gamma Suzuki: se le auto della Casa giapponese si distinguono generalmente per austerità, questi due modelli non lesinano personalizzazioni e abbinamenti cromatici allegri. La S, per esempio, è disponibile in tre esclusive colorazioni: bianco, gri...