Ecco come usare la funzione di condivisione della posizione di Google Maps per condividere la propria posizione e l'orario di arrivo

Oltre a guidarci nel consueto traffico cittadino o a condurci talvolta verso strade meno battute, Google Maps è un’app versatile che, come abbiamo visto in varie occasioni (esempi in fondo), riserva a chi guida l’auto un mucchio di funzioni utili.

Fra queste, la condivisione della posizione in tempo reale con altre persone è una chicca che può risultare funzionale in diverse occasioni, in caso di spostamenti quotidiani o, per l’appunto, nei viaggi. Scopriamo come.

Limiti e requisiti

È un’opzione disponibile per tutti, a patto che non ci si trovi in Paesi o aree geografiche in cui la condivisione della posizione non è utilizzabile, o si sia troppo giovani per attivarla, laddove resa indisponibile dai genitori o tutori tramite Family Link (qui per maggiori informazioni al riguardo).

In tutti gli altri casi, basta l'app Google Maps installata su uno smartphone Android o iPhone che sia per poter condividere la propria posizione in tempo reale e, viceversa, visualizzare quella di un’altra persona che l’ha resa accessibile (possibile anche da computer).

Come condividere la posizione

Ciò detto, Google Maps permette di condividere la posizione da smartphone sia verso utenti che hanno un account Google (in tal caso è necessario aggiungere il relativo indirizzo Gmail ai propri contatti Google per semplificare le cose), sia tramite link inviato con messaggi di testo, email o altre app di messaggistica.

Per farlo basta aprire Google Maps, accedere al proprio account Google e pigiare la propria immagine profilo (o iniziale del nome) posta in alto, sulla destra della barra di ricerca.

Dalla finestra relativa bisogna poi toccare “Condivisione della posizione” e seguire le istruzioni riportate nelle schermate successive, dove l’utente, oltre a selezionare i contatti destinatari tramite account Google o app di messaggistica (WhatsApp, Telegram, eccetera) viene invitato a scegliere l’intervallo di tempo in cui desidera rendere pubblica la posizione.

Immagine 1 condivisione posizione Google Maps

Come visualizzare la posizione di una persona

A questo punto l’utente si trova di fronte a una schermata in cui Google Maps segnala che la funzione di condivisione della posizione è attiva, e rende inoltre possibile interromperla o condividerla ulteriormente con altri contatti tramite link.

Immagine 2 condivisione posizione Google Maps

Viceversa, per visualizzare la posizione di una persona il percorso da seguire è molto simile. È necessario ritornare sulla suddetta “Condivisione della posizione” e toccare il profilo di chi si desidera seguire. Eventualmente è possibile anche chiedere la posizione di una persona dalla medesima sede, laddove disponibile, toccando su “Richiedi”.

Come condividere l’orario di arrivo previsto

Altrettando utile, quando si viaggia o anche in caso di spostamenti quotidiani, la condivisione dell’orario di arrivo previsto di Google Maps funziona in modo analogo.

Dopo aver avviato la funzione di navigazione, scorrendo dal basso verso l’altro per accedere alle opzioni, basta toccare “Condividi posizione”. Così facendo, Google Maps permette ai contatti scelti di tener traccia della propria posizione (e quindi dell’orario di arrivo previsto) fino al termine del viaggio.

Immagine 3 condivisione posizione Google Maps

Volendo, è possibile interrompere la condivisione seguendo il medesimo percorso indicato, cioè scorrendo dal basso verso l’alto e toccando l’opzione “Interrompi condivisione”. Per inciso, tale funzione è usufruibile anche selezionando il trasporto pubblico fra le opzioni di navigazione.