La versione spider della supercar, col suo giallo brillante pennellato di bianco e blu, ti entra in testa come una freccia. E lì resta

Una lettera che dice tutto: A come aperta. E' l'ultima sportiva stradale della Casa di Maranello, la Ferrari 458 Speciale A, una meraviglia da 65 CV, una Rossa "gialla" che va da a km orari in appena 3 secondi e che, essendo aperta, deve fare uno di quei rumori che non si dimenticano. Al Salone di Parigi la si può solo ammirare da ferma e, fidatevi, già così è impressionante. Il fatto che abbia perso il tetto rispetto alla 458 Speciale la fa sembrare ancora più bassa, enfatizzando la larghezza del muso, che dalle paratie aerodinamiche mobili accanto al cavallino sembra dare una pennellata verso l'alto che prosegue con la grafica sul cofano anteriore fin sull'ala posteriore.


Il blu e bianco si abbinano benissimo al giallo della carrozzeria, quasi un omaggio ai colori della città di Torino, proprio a pochi giorni dal passaggio di testimone fra Montezemolo e Marchionne. Ma questa, ovviamente, è una coincidenza, visto che la 458 Speciale A è stata progettata, sviluppata e definita prima del cambio al vertice del Cavallino Rampante. Il motore V8 aspirato è un 4.497 cc di cilindrata, capace di far raggiungere a questa due posti i 2 km/h con partenza da fermo in 9,5 secondi, sfruttando il bassissimo rapporto peso/potenza di 2,2 kg/CV. Il tutto, per la gioia di 499 persone: i fortunati clienti che potranno comprarsela. Noi, quando riusciremo a guidarla, le renderemo onore realizzando un video appassionante come quello che abbiamo dedicato alla sua rivale più vicina, come prestazioni: la McLaren 65S. E voi potrete così condividere l'emozione che solo una macchina così può dare. O almeno è quello che speriamo di riuscire a fare.

Ferrari 458 Speciale A, la "Rossa" gialla e blu emoziona a Parigi

Foto di: Giuliano Daniele