435 CV, 550 Nm di coppia e un kit estetico dedicato per la più aggressiva SQ5 sul mercato

ABT non si ferma più: dopo aver svelato in serie le potentissime Audi RS3, RS5 Coupé ed RS4 Avant, adesso mette mano al SUV medio della Casa dei Quattro anelli nella sua versione più potente, la SQ5. Le linee eleganti e sobrie del modello di serie lasciano il posto ad un kit estetico muscoloso ed aggressivo, spigoloso, che con gli enormi cerchi e le appendici aerodinamiche dedicate lo fa sembrare ancor più attaccato al suolo. Certo, perderà qualcosa in off-road per via dell'altezza ridotta, ma si troverà sicuramente più a proprio agio sulle veloci autobahn tedesche.

Cerchi da 22" e spoiler

Non passa di certo inosservata; la prima cosa che si nota è la dimensione esagerata dei cerchi, da 22” a dieci razze sdoppiate, con a richiesta quelli più sobri da 21” e 20”. L'ABT Widebody Aerokit comprende minigonne laterali, paraurti anteriore e posteriore, un diffusore rivisitato, spoiler posteriore e due badge sulle portiere anteriori. L’impianto di scarico adesso è completo di quattro terminali a vista, a differenza di quelli nascosti della SQ5 di serie. All’interno, per citare due particolarità, uno speciale pulsante start-stop e la leva del cambio rivestita in fibra di carbonio.

Sotto il cofano

Le modifiche però non riguardano solo l’estetica. Se la Q5, oltre che per i cerchi e il kit sportivo, sembra più bassa, avete ragione: ABT ha modificato le sospensioni a molla con corsa ampliata da 35 a 60 mm. Il propulsore, il V6 da 3.0 litri a benzina, guadagna 71 CV rispetto al modello di serie, raggiungendo quota 425 CV, e il 10% in più di coppia massima, che adesso sfiora i 550 Nm contro i 500 Nm standard.