Aerodinamica e veloce come poche, l’ibrida inglese tocca i 403 km/h e costa 2,41 milioni di euro. Tutti venduti i 106 esemplari previsti

Quando pensate ad una hypercar da 1.050 CV che costa 2,41 milioni di euro e tocca i 403 km/h forse vi viene in mente un "mostro" tutto alettoni, spoiler e scarichi urlanti, ma sulla McLaren Speedtail non c’è nulla di tutto ciò. Le linee pulite, basse e filanti per ottimizzare l’aerodinamica fanno sembrare quasi troppo “educata” ed elegante la più estrema, veloce ed esclusiva delle Ultimate Series di McLaren.

Insomma, la Speedtail è tutta diversa dalla spettacolare Senna ed è pensata per celebrare la mitica McLaren F1 già a partire dal posto di guida centrale affiancato da due posti arretrati. Se siete interessati sappiate che dovete iniziare a sperare nel mercato dell’usato, visto che i 106 esemplari previsti sono già tutti venduti.

McLaren Speedtail

Parola d’ordine: aerodinamica

La coda lunga, così come suggerisce il nome della MecLaren Speedtail, è forse la più estesa vista su un’auto degli ultimi anni (addirittura più di mezzo metro rispetto a quella della P1) e ricorda nella forma alcune concept super aerodinamiche del passato. La lunghezza totale della Speedtail è infatti pari a ben 5,13 metri, ottenuta con una carrozzeria in fibra di carbonio e un abitacolo a goccia che sfoggia senza timori vetrature a filo e piccoli finestrini apribili, proprio come un prototipo.

La McLaren più aerodinamica e veloce della storia promette una punta massima di 403 km/h e un tempo di soli 12,8 secondi per scattare da 0 a 300 km/h. Come detto, il prezzo base di 1,75 milioni di sterline (senza logo in oro o platino) si traduce in 1,97 milioni di euro cui vanno aggiunti 0,4 milioni di euro di IVA per arrivare al totale di 2,41 milioni di euro. Le prime consegne sono previste per l'inizio del 2020.

Pirelli P-Zero speciali su carrozzeria alta solo 1,12 metri

Il merito, oltre che della raffinatissima aerodinamica attiva, è anche del propulsore ibrido benzina-elettrico di cui si conosce al momento solo la potenza massima: 1.050 CV. A questo si aggiunge la modalità Unique Velocity che permette di abbassare l’assetto della Speedtail di altri 35 mm e farle così assumere la ridottissima altezza massima di 1,12 metri. Da non dimenticare è poi l’utilizzo di speciali pneumatici Pirelli P-Zero (da 20” davanti e 21” dietro) sviluppati appositamente per la McLaren Speedtail, carenati sull’asse anteriore da due coperture aerodinamiche fisse in fibra di carbonio.

McLaren Speedtail

Specchietti e alette parasole addio

Fra le dotazioni più incredibili della McLaren Speedtail ci sono pure i minuscoli retrovisori esterni retraibili composti da microtelecamere che propongono la loro visuale su due display interni ai lati della plancia. Da segnalare poi la fascia superiore del parabrezza oscurabile attraverso un comando elettrocromico con un pulsante, soluzione che permette per la prima volta di dire addio a un componente nato con l’automobile, le alette parasole. Il telaio è il Monocage in fibra di carbonio ricoperto da una carrozzeria nello stesso materiale, accompagnato da sospensioni adattive in alluminio e dischi freno carboceramici. Il peso della Speedtail è di 1.430 kg.

McLaren Speedtail

Posto guida centrale, ospiti a lato e dietro

L’abitacolo della McLaren Speedtail propone finiture lussuose e futuribili fra pelle e materiali tecnici, con il volante al centro come la strumentazione a tre schermi e il sedile di guida che è affiancato da altri due sedili a destra e a sinistra, ma arretrati. Anche i pellami sono speciali e ultraleggeri, conciati per mantenere al massimo l’aspetto naturale, mentre il resto delle finiture in metallo ultralight e fibra di carbonio può essere personalizzato a piacere attraverso il reparto MSO (McLaren Special Operations).

Due vani bagagli sono ricavati all’anteriore e in coda e vanno riempiti con un apposito set di borse in fibra di carbonio, metallo e pelle creati su misura da McLaren. La vernice esterna, denominata Speedtail Silver, è composta da particelle nano-metalliche ed è stata sviluppata specificamente per dare un effetto ottico di carrozzeria “fusa” sull’auto.

McLaren Speedtail
McLaren Speedtail

Aerodinamica attiva con carrozzeria pieghevole

Alcuni particolari del sistema di aerodinamica attiva sono esclusivi e brevettati per la McLaren Speedtail, a partire proprio dalle carenature fisse delle ruote anteriori che riducono la turbolenza attorno ai parafanghi. Anche la coda in un unico pezzo contribuisce a ridurre giunzioni e spazi vuoti nocivi per i flussi d’aria che sono convogliati dallo splitter frontale in condotti verticali per raffreddare il motore (LTR, Low-Temperature Radiators) e in altre due prese d’aria che entrano nei passaruota ed escono sotto le portiere.

Gli altri flussi passano sopra l’abitacolo a goccia, entrano nella presa d’aria del motore a filo del padiglione e nei radiatori più caldi in coda (HTR, High-Temperature Radiators). Gli alettoni attivi in coda, protetti da brevetto, hanno sotto azionatori idraulici e si alzano e abbassano per ottimizzare il carico aerodinamico in coda, ma la cosa più speciale è che sono ricoperti da fibra di carbonio flessibile e in pratica “piegano” la carrozzeria senza lasciare spazio a turbolenze indesiderate.

Fotogallery: McLaren Speedtail