Presentato nel 2008, questo prototipo dal design d'avanguardia ha ancipato le linee di successo della Range Rover Evoque

Di solito le concept che ricordiamo sono sconosciute ai molti o perché con tanti anni sulle spalle o perché, se arrivate in produzione, hanno visto stravolto il proprio design originale. Questa volta però vogliamo ricordare un prototipo più recente, arrivato sul mercato con pochissimi ritocchi estetici rispetto alla sua forma prima.

Stiamo parlando della Range Rover LRX Concept, presentata per la prima volta nel 2008 al Salone di Detroit e poi nel marzo dello stesso anno a Ginevra. Ha un'aria fin troppo familiare? Non vi sbagliate infatti, è praticamente una Evoque di serie.

Fotogallery: Range Rover LRX Concept (2008)

Il progetto che ha cambiato le carte in tavola

Ma torniamo indietro nel tempo fino al 2008, quando i crossover ancora non dominavano il mercato delle quattro ruote. Era il periodo del boom della Nissan Qashqai che dominava il mercato non trovando rivali, con Land Rover in difficoltà rappresentata nel segmento dal solo Freelander 2.

L'obiettivo del marchio britannico era quello di ringiovanire la gamma e affacciarsi ad un nuovo segmento di pubblico e il concept LRX era proprio quello che ci voleva: un modello dalle linee dinamiche, quasi da coupé, slanciato dalle sole tre porte e da soluzioni appariscenti come i cerchi in lega da 20".

Range Rover LRX Concept (2008)

L'avreste mai detto che la LRX fosse un'auto ibrida? Nonostante i tempi gli ingliesi guardavano già al futuro; sotto il cofano trova posto infatti un turbodiesel da 2.0 litri abbinato ad una unità elettrica sull'asse posteriore in grado di garantire la trazione integrale e quindi una maggior aderenza su terreni impervi, con una velocità massima in full electric di 32 km/h.

La LRX è anche stata tra le prime Land Rover a introdurre il controllo dinamico della trazione Terrain Response, con una speciale mappa Eco in grado di contenere il consumo di carburante a circa 4,7 litri per 100 km, numeri ottenibili anche grazie anche al peso ridotto e a un'aerodinamica studiata minuziosamente.

Range Rover LRX Concept (2008)

L'abitacolo è cambiato

L'abitacolo, pensato per quattro persone, è stata la parte della LRX che più è stata modificata con il passaggio all'auto di serie. Per essere il 2008 era già molto futuristico, sopratutto per via dell'integrazione del grande schermo da 12" nel cockpit davanti al conducente.

Il concept ha riscosso un grande successo tra il pubblico, tanto che solo 3 anni dopo, nel 2011, la Land Rover ha lanciato l'Evoque che, dalla prima generazione, ha venduto oltre 800.000 unità.

Fotogallery: Range Rover LRX Concept (2008)