Il SUV compatto, lungo 4,44 metri, cambia poco dentro e fuori, ma riceve il sistema ibrido plug in della Serie 2 Active Tourer

Tranne poche eccezioni, BMW non è solita rinnovare profondamente le sue auto in occasione dei restyling di metà carriera. Questo vale anche per la X1, il SUV compatto che riceve lievi aggiornamenti a 4 anni dall’esordio, tanto è vero che serve un occhio allenato per scorgere le modifiche. 

Una è alla mascherina: le due griglie tipiche della casa tedesca (note come “doppio rene”) sono unite fra loro, hanno una cornice più spessa e sono più sviluppate in larghezza per riempire meglio il frontale. Il fascione, complice l’assenza dei fendinebbia (sono integrati nei fari), ha un aspetto più pulito, e al posteriore cambiano l’interno delle luci e la parte bassa del paraurti. I fari a led anteriori sono anche adattivi.

BMW X1 restyling 2019
Un interno con più... pollici
All’interno le novità sono ancor più discrete, perché il restyling fa arrivare nuove cuciture a contrasto per la plancia e tappezzerie inedite per il cielo dell’abitacolo. A richiesta è presente uno schermo maggiorato nella consolle (raggiunge i 10,25”), in alternativa a quelli da 6,5” o 8,8”. 
Il divano posteriore ora è frazionato in tre parti e resta scorrevole in senso longitudinale (optional), una soluzione assai furba ed efficace per modulare lo spazio per i bagagli o le persone: a dispetto della lunghezza di 4,44 metri, infatti, la X1 ha un baule da 505 a 1550 litri e un abitacolo fra i più ampi della categoria. Un tocco di “classe” del restyling è lo specchietto anteriore sinistro che illumina la soglia d’accesso quando si apre l’auto.

Elettrica per 50 km

L’unico nuovo motore per la BMW X1 2019 è l’ibrido della versione X1 xDrive25e, che adotta un sistema plug-in simile alla BMW Serie 2 Active Tourer (le due auto sono basate sullo stesso pianale. E’ composto dal motore a benzina turbo 1.5 da 125 CV e da un motore elettrico da 95 CV, quest’ultimo alimentato da batterie in grado di stoccare 9,7 kW di corrente, che permettono all’auto di percorre fino a 50 chilometri a emissioni zero. 
 
Oltre alle xDrive25e, attesa nel 2020, la BMW X1 sarà ordinabile anche con il diesel 1.5 da 116 (per la versione sDrive16d) e e il 2.0 da 231 CV della xDrive25d, potenza analoga al benzina 2.0. della xDrive25d. La sDrive16d è l'unica a trazione anteriore, perché le altre hanno il 4x4. I diesel sono già in linea con la futura normativa Euro 6d, che entrerà in vigore da gennaio 2021.
 

Fotogallery: BMW X1 restyling 2019