Al motto goTOzero faranno capo le attività in quattro aree della salvaguardia dell’ambiente

Auto elettriche, produzione di metano da materiali di scarto e anche investimenti sull’idrogeno. Il Gruppo Volkswagen, con l’intento di lasciarsi alle spalle il Dieselgate, negli ultimi anni ha puntato con decisione sulla sostenibilità ambientale, tanto da lanciare uno slogan per tutte le attività legate alla protezione dell’ambiente e alla lotta al cambiamento climato: da ora in avanti la casa tedesca userà il motto goTOzero, annunciato martedì 9 luglio nel corso di un evento alla presenza di Oliver Blume, che nel consiglio di amministrazione del Gruppo Volkswagen ha la responsabilità alla tutela dell’ambiente.

L’obiettivo del Gruppo Volkswagen, come dichiarato, è operare sui mercati in modo rispettoso dell’ambiente e limitando al massimo le emissioni di anidride carbonica, con l’obiettivo di arrivare a un bilancio neutrale in termini di CO2 entro il 2050: quella emessa, in altri termini, verrà bilanciata attraverso iniziative a favore dell’ambiente.

Una strategia su quattro pilastri

Da ora in avanti rientrano sotto il “cappello” dello slogan goTOzero le attività in quattro settori: la lotta al cambiamento climatico, l’ottimizzazione delle risorse energetiche, il miglioramento della qualità dell’aria e il rispetto dell’ambiente.

Per il 2025, di conseguenza, il Gruppo Volkswagen si impegna a ridurre del 45% rispetto al 2010 gli scarti, le acque, l’anidride carbonica e l’energia necessari alla produzione di auto, ma cercherà di far scendere del 30% rispetto al 2015 le emissioni di anidride carbonica per tutte le auto della sua gamma. Fra gli obiettivi, inoltre, ci sono il lancio di 70 elettriche per il 2028 e il raggiungimento per il 2030 di una quota pari a 4 elettriche su 10 auto vendute.