Opel, Mercedes, Porsche, Seat... tanti sono i modelli alla spina presentati alla kermesse tedesca

Nonostante le defezioni di molti costruttori, il Salone di Francoforte 2019 è comunque colmo di novità e tra queste spiccano i SUV e in particolare quelli ibridi plug-in, che sono presenti in una altissima concentrazione. Molto più alta di quello che abbiamo visto nei Saloni precedenti. Il motivo di questa “esplosione” di powetrain train ibridi plug-in non è certo un mistero ed è legato ai limiti delle emissioni di CO2 che tutti i costruttori che vendono auto in Europa devono rispettare entro il 2020.

Sono calcolati su tutta la gamma, che dovrà avere un valore medio di CO2 inferiore ai 95 g/km, pena multe salatissime. E questo genere di ibrido, per la sua stessa natura, viene omologato con valori bassissimi che, tuttavia, per essere replicati nella vita reale necessitano di un utilizzo a batteria sempre carica.

'

Le "padrone" di casa

Partiamo dalle tedesche. Mercedes presenta a Francoforte la GLE 350de 4MATIC che ha un motore elettrico da 100 kW, alimentato da una batteria da 31,2 kWh, che lavora da solo o insieme al 2 litri turbodiesel. La potenza di sistema è di 320 CV, con una coppia di 700 Nm. La velocità massima raggiunge i 160 km/h in modalità zero emissioni e i 210 km/h in quella ibrida, mentre per scattare da fermo a 100 km/h sono necessari 6,8 secondi. L'autonomia in full electric è di circa 100 km.

Mercedes-Benz GLE 350 di 4MATIC (2019)

C'è poi la Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid dotata del sistema ibrido plug in già visto per la Panamera Turbo S E-Hybrid composto dal 4.0 V8 che sviluppa 550 CV e da un motore elettrico che ne mette a disposizione altri 136. La potenza di sistema è di 680 CV con 900 Nm di coppia. L'accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 3,6 secondi, la velocità massima raggiunge i 295 km/h e l'autonomia è di 43 km grazie alla batteria agli ioni di litio da 14,1 kWh.

2020 Porsche Cayenne Turbo S E-Hybrid, Coupe Turbo S E-Hybrid e Coupe E-Hybrid

Molte altre tra cui scegliere

Passiamo alla Seat Tarraco PHEV che ha un powertrain composto dal motore 1.4 TSI 150 CV abbinato ad un motore elettrico da 116 CV e ad una batteria agli ioni di litio da 13 kWh. La potenza totale è pari a 245 CV e la coppia massima tocca i 400 Nm, numeri che permettono alla Tarraco ibrida plug-in di raggiungere i 217 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 7,4 secondi. Le emissioni di CO2 sono pari a soli 50 g/km e l'autonomia è di 50 km.

Seat Tarraco FR PHEV

Infine, c'è la Opel Grandland X Plug-In Hybrid, che sotto il cofano ha il 1.6 turbo benzina da 200 CV affiancato da una coppia di motori elettrici (uno per asse) per un totale di 300 CV e uno schema a trazione integrale, ma senza albero di trasmissione. Ad alimentarli ci pensa un pacco batteria agli ioni di litio da 13,2 kWh mentre il cambio è automatico a 8 rapporti. Il consumo medio è di 2,2 L/100 km con emissioni di CO2 di 49 g/km.

Opel Grandland X Plug-In Hybrid

Fotogallery: Salone di Francoforte 2019