Dal 20 al 23 Novembre le tre concept carrozzate Bertone che solitamente sono esposte in California si possono vedere a Londra

Nella storia di Alfa Romeo un capitolo interessante è quello della famiglia “B.A.T.” dove l’acronimo sta per Berlinetta Aerodinamica Tecnica. Si tratta di esemplari unici, concept car, nati negli Anni ‘50 in collaborazione con la carrozzeria Bertone. Tutte e tre sono state disegnate da Franco Scaglione e per la prima volta si possono ammirare l’una accanto all’altra.

Peccato solo che l’esposizione, aperta dal 20 al 23 Novembre, si trovi a Londra, più precisamente a Berkeley Square, per chi si trovasse nella città in quei giorni, magari per cogliere l’occasione del celebre shopping natalizio londinese. Perché tanto interessanti? Per cominciare si tratta di concept solitamente esposte in California e nate con l’obiettivo di avere il coefficiente aerodinamico più basso possibile (si è arrivati a 0.19), cosa che ne ha reso il design celeberrimo. Ma andiamo con ordine.

L’inizio di una trilogia

Bertone ricevette l'ordine di realizzare le tre Alfa Romeo e la matita di Franco Scaglione ne elaborò la forma partendo dall’Alfa Romeo 1900. La prima ad essere presentata fu la B.A.T. 5 nel 1953 al Salone dell'Auto di Torino. Poteva raggiungere i 200 km/h grazie a quel design particolare che le faceva vantare un Cx di 0.23 e al peso ridottissimo (appena 1100 kg).

Fotogallery: Alfa Romeo B.A.T. 5 by Bertone (1953)

L’arrivo della “Batmobile”

L’anno dopo, era il 1954, esordiva sempre a Torino la B.A.T. 7. Qui le linee erano portate all’eccesso e il Cx raggiunse il valore di 0.19. Il propulsore a quattro cilindri, abbinato ad un cambio manuale a 5 marce, era in grado di erogare la potenza di 90 CV e spingeva la  B.A.T. 7 oltre i 200 km/h. Le sue linee entrarono così nel vivo dell’opinione pubblica da essere spesso soprannominata “Batmobile”.

Fotogallery: Alfa Romeo B.A.T. 7 by Bertone (1954)

Una vera Alfa Romeo

Ancora un anno e nel 1955 fu la volta della  B.A.T. 9, un’auto che stavolta si presentava a Torino con la gran voglia di diventare di serie. Le linee erano state rese più simili a quelle che si vedevano su strada e per la prima volta sul frontale compariva il logo del Biscione.

Fotogallery: Alfa Romeo B.A.T. 9 by Bertone (1955)

L’esercizio di stile però rimase tale e cinquant’anni più tardi, nel 2008, a Ginevra è stata presentata la Bertone B.A.T. 11 realizzata sulla meccanica dell'Alfa Romeo 8C Competizione.

Fotogallery: Alfa Romeo B.A.T. 11 by Bertone (2008)