Due finanziamenti, con o senza anticipo e rate da 89€ a 179€ al mese, con maxi rata finale

Una piccola auto, adeguata alle norme anti inquinamento più recenti, da immatricolare entro il 31 gennaio 2020, e soprattutto acquistabile con un’offerta: la Peugeot 108 potrebbe essere una scelta interessante, anche per un neopatentato, o per uso urbano. La Peugeot 108 Vti a benzina da 72 CV, con 5 porte, cambio a 5 marce e allestimento Active con diversi accessori di serie, come clima manuale, comandi al volante e schermo da 7” con mirror screen per gli smartphone, è proposta con le offerte “Anticipo Zero” e “3 anni senza pensieri”.

Nel primo caso, il prezzo scontato è di 8.802 euro anziché 12.430, non si versa anticipo e si pagano 35 rate mensili da 179 euro (TAN 4,99%, TAEG 7,96%), più una rata finale di 4.016,29 euro, eventualmente rifinanziabile, o da passare su una nuova vettura.

La seconda offerta, invece, mantiene lo stesso prezzo promozionale, ma per i primi tre anni si paga prima un anticipo di 2.900 euro, sostituibile con una permuta, e poi 35 rate mensili da 89 euro (stesso TAN, TAEG 8,79%) e una rata finale di 4.034 euro.

Vantaggi

Il finanziamento per le due offerte è lo stesso, denominato I-Move, e prevede sempre la maxi rata finale; nel primo caso, non c’è anticipo e il credito è distribuito solo su una rata un poco più alta, nel secondo c’è invece un anticipo, eventualmente sostituibile con una permuta, con le rate successive più basse. Gli importi per i primi tre anni risultano in ogni caso piuttosto contenuti, grazie anche al forte sconto iniziale sul listino.

Svantaggi

Nelle offerte non sono indicate alcune spese fisse, come ad esempio l’imposta regionale IPT; mancano anche i limiti chilometrici e i costi in caso di esubero. La rata finale si avvicina alla metà dell’importo iniziale in entrambi i casi: probabilmente, alla fine dei tre anni, il tipo di finanziamento è più indicato per il passaggio a una vettura nuova.

 

Fotogallery: Peugeot 108 MY 2018