Vi potranno accedere senza restrizioni quelle con almeno 40 anni, purché con il Certificato di Rilevanza Storica

Si sblocca l’impasse a Milano per la circolazione dei veicoli storici con più di 40 anni, ai quali è attualmente vietato l’accesso ad Area B, la grande zona a traffico limitato attiva dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 19:30 (esclusi i giorni festivi). E’ notizia delle scorse ore che il Comune di Milano ha emanato una nuova delibera in vigore dal 1 giugno 2020, con la quale dà completa libertà di circolazione (7 giorni su 7, 24 ore su 24) ai veicoli con oltre 40 anni di età ed in possesso di Certificato di Rilevanza Storica.

Il Certificato di Rilevanza Storica è un documento rilasciato dall’ASI, l’Automotoclub Storico Italiano, che attesta la rilevanza storica di un veicolo e gli consente perciò di ottenere determinate agevolazioni, come quelle per l’assicurazione o il bollo. Il CRS non viene concesso a tutte le auto storiche, ma solo a quelle in condizioni pari all’originale.

Un bonus anche per quelle da 20 a 39 anni

Il Comune di Milano, inoltre, ha concesso una deroga anche ai veicoli dai 20 ai 39 anni d’età, purché dotati del Certificato di Rilevanza Storica registrato alla Motorizzazione: hanno diritto a 25 accessi l’anno ad Area B, anche in settimana e dalle ore 7.30 alle 19.30. L’accesso ad Area B, invece, è sempre libero dal lunedì al venerdì dalle 19.30 alle 7.30 e 24 ore su 24 il sabato e nei giorni festivi.

Una tutela per il patrimonio storico

L’ASI e il Comune di Milano hanno raggiunto questi compromessi al fine di tutelare il motorismo storico, considerato un patrimonio tecnico e culturale italiano, ma anche per promuovere l’uso corretto e consapevole dei veicoli storici.

Fotogallery: Area B di Milano, come funziona