In inverno i chiodi su strada si possono usare, ma ci sono delle regole: ecco quali

La recente esperienza vissuta da Andrea in quel di Champoluc con la Toyota Driving Academy ha fornito un naturale spunto di riflessione sulla questione “gomme chiodate”, un argomento di nicchia ma che vale la pena di approfondire, nonostante questo sia uno degli inverni più caldi mai esistiti...

Codice della strada

Inventati da Continental nel 1905, in Italia vengono “autorizzati” solo nel 1966 secondo specifiche direttive poi aggiornate con la circolare 58/71 dell’ottobre del 1971 che specifica come i chiodi non possono sporgere dal battistrada per oltre 1,5 mm e il loro numero per ruota dev’essere compreso tra 80 e 160 chiodi.

Toyota GR Supra e GT86, ecco cosa conta davvero… sul ghiaccio

Quando posso usarli?

A differenza dei Paesi Nordici o in Russia dove gli pneumatici chiodati sono obbligatori in alcune zone e periodi dell’anno, in Italia il loro utilizzo è consentito solo dal 15 novembre al 15 marzo, ovvero quando sono obbligatorie le “dotazioni invernali”.

Attenzione però che, in caso di pneumatici estivi con chiodi, è comunque necessario viaggiare con le catene a bordo poiché la chiodatura non rende “invernale” uno pneumatico. In generale comunque, gli pneumatici chiodati recenti hanno quasi sempre alla base uno pneumatico invernale.

Toyota GR Supra e GT86, ecco cosa conta davvero… sul ghiaccio
Toyota GR Supra e GT86, ecco cosa conta davvero… sul ghiaccio

Dove e come posso usarli?

E qui iniziano i pareri contrastanti, nel senso che le gomme chiodate beneficiano di una normativa molto datata (1971) e di conseguenza non tutti hanno le idee chiare. Con gli pneumatici chiodati si può circolare sulle strade anche a scorrimento veloce, ma il limite è di 90 km/h e non di 110, mentre in Autostrada scende a 120 km/h.

Gli pneumatici chiodati possono essere montai su qualsiasi autovettura, a condizione di dotare il veicolo di “bavette paraspruzzi” su tutte e quattro le ruote, mentre la chiodatura è vietata su veicoli oltre le 3,5 tonnellate di peso.

Pregi e difetti?

Senza dubbio, se vivete in luoghi dove in inverno il ghiaccio è una costante, gli penumatici chiodati utilizzati a regola d’arte sono un bel sollievo: non c’è termica che regga, sul ghiaccio offrono direzionalità superiore e una frenata decisamente migliore rispetto al migliore pneumatico invernale.

Le gomme invernali sono invece la formula migliore su strada, col freddo o la neve, ma in presenza di ghiaccio serve uno pneumatico chiodato che però può costare anche il triplo rispetto al medesimo pneumatico invernale.