Quella di Horacio Pagani è la storia dell’amore per le automobili. Una storia che rivive nel museo dedicato a lui e alle sue creazioni

Quando si tratta di hypercar, Pagani è il marchio che più di tutti al mondo meglio rappresenta questa particolare ed esclusiva nicchia di mercato. Una ristretta cerchia di modelli in cui le prestazioni si fondono con la sartorialità degli allestimenti e che, in casa Pagani, raggiungono livelli da opera d’arte. Oggi la storia di Pagani e dell’uomo che le ha dato vita è raccontata all’interno del museo inserito nello stabilimento nel quale prendono forma i sogni a quattro ruote di molti fortunati acquirenti.

L’uomo dietro le auto

Il Museo Pagani non vuole essere soltanto un viaggio nella storia del marchio di San Cesario sul Panàro, ma anche e soprattutto un elogio al percorso professionale del suo fondatore Horacio Pagani.

Tutti i momento salienti della sua carriera rivivono nei memorabilia e nelle testimonianze presenti all’interno del museo, che raccontano delle sue prime attività in campo automobilistico in Argentina, fino all’arrivo in Italia e all’impegno con Lamborghini dove ha collaborato allo sviluppo di modelli iconici come la Countach 25° Anniversario.

Ma il percorso in Lamborghini è anche quello che ha permesso ad Horacio di approfondire le sue conoscenze sulla fibra di carbonio, materiale che oggi rappresenta la base delle realizzazioni firmate Pagani.

Fotogallery: Made in Motor Valley - Pagani

Dalla Zonda alla Huayra

Da qui, infatti, ampio spazio è poi dedicato ai prodotti Pagani che dal 1999, anno di presentazione della primissima Zonda, hanno caratterizzato lo sviluppo e la crescita ormai a livello mondiale dell’azienda.

A poca distanza da dove oggi viene costruita a mano la Huayra, è possibile vedere da vicino alcune delle Zonda più estreme mai realizzate, dalla potentssima Zonda Cinque, alla corsaiola Zonda R. Non manca naturalmente la Huayra, frutto delle più recenti ricerche di Pagani e che ha portato all’esordio per il marchio soluzioni inedite come la sovralimentazione e l’aerodinamica attiva.

Info utili

Indirizzo museo via dell'Industria 26, San Cesario Sul Panaro (MO)
Biglietto intero 18 euro – ridotto 15 euro
Orari

dal lunedì a venerdì 09:30 - 17:00

sabato 09:30 - 12:30