È la Maserati stradale più veloce di sempre grazie 580 CV del V8 di origine Ferrari. Insieme a lei debutta anche la Quattroporte Trofeo

Un po’ acqua santa, un po’... diavolo. Sono queste le due facce della Ghibli MY 2021: la prima l’abbiamo scoperta qualche settimana fa con il debutto della versione mild hybrid - che è anche la prima Maserati elettrificata della storia - la seconda quest’oggi con la presentazione della Ghibli Trofeo che sotto il cofano monta il poderoso V8 da 580 CV.

La Ghibli - assieme all’ammiraglia Quattroporte - si porta a casa così il titolo di Maserati stradale più veloce di sempre, con 326 km/h dichiarati sulla scheda tecnica.

Il Tridente più veloce

Altrettanto fulmineo è il tempo di accelerazione 0-100 km/h pari a 4,3 secondi. Un valore leggermente più alto di quello registrato dalla sorellona Levante Trofeo (4,1 secondi) avvantaggiata dalla trazione integrale, ma poco importa.

Quello che conta è il posizionamento altamente prestazionale del marchio modenese che con la gamma Trofeo composta da tre modelli serve da succoso antipasto all’arrivo della nuova superportiva: la Maserati MC20.

Ghibli Trofeo in sintesi

  • V max: 326 km/h
  • 0-100 km/h: 4,3 s
  • Potenza: 580 CV 
  • Coppia: 730 Nm
  • Consumo: 5,3 km/litro
  • Peso: 1.969 kg 

Motore e cambio

Il motore della Ghibli Trofeo - un 3.8 V8 bi-turbo da 580 CV sviluppato in collaborazione con Ferrari - è un’evoluzione dell’otto cilindri della Quattroporte GTS da 530 CV e di quello della Levante Trofeo.

Si tratta di un V8 a 90° 3.799 cc di cilindrata, che sviluppa i suoi 580 CV a 6.750 giri/min (154 CV/litro), 730 Nm a di coppia tra 2.250 e 5.250 giri/min e rispetta le normative antinquinamento Euro 6D Final e ULEV 160. Il consumo medio, ancora da omologare, è di 18,9 litri/100 km (5,3 km/litro).

Maserati Ghibli Trofeo (2021)

Rispetto al V8 della GTS, sono nuovi i pistoni, le bielle, i due turbocompressori twin-scroll paralleli (uno per bancata) alimentati da un solo intercoole e con una speciale geometria per la turbina, per garantire un maggior flusso d’aria.

Le testate dei cilindri sono ad elevata turbolenza e hanno alberi a camme e valvole ottimizzate per migliorare l’efficienza della combustione, e dunque le prestazioni e i consumi.

Da Q4 a Q2

A differenza della versione Trofeo del SUV Levante, che ha la trazione integrale Q4, su queste Ghibli e Quattroporte sportive la trazione è posteriore con differenziale meccanico LSD, collegata a un cambio automatico ad 8 marce della tedesca ZF, con convertitore idraulico di coppia e una calibrazione fatta su misura dai tecnici Maserati.

Le sospensioni anteriori sono a quadrilateri con doppio braccio oscillante, le posteriori multilink a cinque bracci, in entrambi i casi con una taratura dedicata all’incremento di prestazioni portato dal motore Trofeo.

Fotogallery: Maserati Quattroporte Trofeo

Gli ammortizzatori elettronici Skyhook permettono una regolazione a variazione continua dello smorzamento per ridurre i trasferimenti di peso in rollio e beccheggio (spazio di frenata da 100 a 0 km/h: 34 metri), garantendo al tempo stesso il livello di comfort che ci si aspetta da una Maserati. 

Maserati Ghibli Trofeo   

Motore

V8 a 90° Twin Turbo a benzina con iniezione diretta GDI

Cilindrata

3.799 cm3

Potenza

580 CV @6.750 rpm

Coppia

730 Nm @2.250-5.250 rpm

Consumi

5,2 - 5,4 L/100 km

0-100 km/h

4,3 s

V max

326 km/h

100-0 km/h

4,3 s

Cambio

autom. ZF 8 marce

Trasmissione

Trazione posteriore, differenziale meccanico LSD

Sospensioni anteriori

Quadrilatero con doppio braccio oscillante barra antirollio

Sospensioni posteriori

Multilink a cinque bracci, barra antirollio

Lunghezza / Larghezza / Altezza

4,97 m / 1,95 m / 1,46 m

Passo

2,99 m

Peso in ordine di marcia

1.969 kg

Nuova modalità Corsa

Visto che parliamo della versione più sportiva della gamma, prima di capire la caratterizzazione che è stata data alla carrozzeria e all’abitacolo, vediamo quali interventi sono stati fatti a livello di dinamica di guida.

Le logiche di intervento del controllo elettronico di stabilità e trazione chiamato IVC (Integrated Vehicle Control) hanno una calibraione specifica. In particolare, c’è la funzione di Launch Control e una modalità di guida specifica Corsa, che va ad aggiungersi alle posizioni Normal, Sport e I.C.E. (Increased Control Efficiency).

In “Corsa” migliora la reattività di risposta di motore e cambio, le soglie di intervento dei controlli elettronici di aiuto alla guida diventano più permissive e vengono aperte le valvole di scarico, per amplificare al massimo il suono del motore, come potete ascoltare in questa nostra prova del SUV Levante Trofeo. 

La fibra di carbonio

All’esterno la Ghibli Trofeo (e anche la Quattroporte Trofeo) si riconosce a colpo d’occhio soprattutto per la fibra di carbonio. Sono realizzati in questo materiale nuove appendici aerodinamiche e un nuovo estrattore posteriore, oltre alle caratteristiche mostrine sui paraurti e al rivestimento del motore.

Sulla Ghibli, inoltre, ci sono due uscite d’aria supplementari sul cofano, che estraggono calore dal vano motore e rendono più aggressivo il look.

Inno tricolore

I colori di lancio delle nuove Maserati Trofeo sono un omaggio alla bandiera italiana (presente anche sui montanti laterali delle porte): verde per la Quattroporte, bianco per la Levante e rosso per la Ghibli.

E poi ci sono dettagli di finitura specifici per queste versioni. I profili delle prese d’aria laterali sono rossi, così come la cornice della scritta Trofeo sulla carrozzeria, mentre il logo a forma di saetta e il marchio Maserati sono in cromo brunito.

Cerchi forgiati

Il disegno dei fanali di coda riprende il restyling realizzato per il model year 2021 della Ghibli mild hybrid, i fari anteriori sono full LED adattivi e la calandra anteriore è a doppi listelli verticali, verniciata in nero lucido.

I cerchi in lega “Orione” sono in alluminio forgiato da 21 pollici, con gomme Pirelli PZero o Continental Sport Contact e pinze freno verniciate di rosso, blu, nero o argento.

La pelle Pieno Fiore

Nell’abitacolo la Trofeo adotta l’infotainment basato su Android Automotive da 10,1” che è stato presentato con la Ghibli MY2021, e tutto è pensato per allestire gli interni che rappresentano il top della gamma del Tridente.

I rivestimenti dei sedili sportivi sagomati sono in pelle naturale “Pieno Fiore” nera, rossa o cuoio; e sulla plancia c’è una nuova strumentazione e un nuovo orologio.

Gli ADAS

I sistemi di assistenza alla guida delle nuove Quattroporte e Ghibli Trofeo sono l’Active Driving Assist, il Lane Keeping Assist (LKA), l’Active Blind Spot Assist (ABSA), il Traffic Sign Recognition (TSR), l’Adaptive Cruise Control (ACC), il Forward Collision Warning Plus (FCW Plus), l’Advanced Brake Assist (ABA), l’Autonomous Emergency Braking (AEB), la telecamera posteriore con griglie dinamiche, la telecamera Surround View (optional) e il Rear Cross Path.

Fotogallery: Maserati Ghibli Trofeo