Le avventure della fortunata serie degli anni Ottanta stanno per tornare. Quale auto interpreterà KITT?

Bastavano poche note della sigla per capire che stava iniziando una nuova puntata di quella serie TV anni '80 che ha fatto sognare milioni di adolescenti (e non solo) in tutto il mondo.

Stiamo parlando della sigla di “Knight Rider”, conosciuta in Italia come “Supercar”. Nelle puntate - sempre ricche di inseguimenti - Micheal Knight (interpretato da un giovanissimo David Hasselhoff) sfidava il crimine con l’immancabile aiuto di KITT, un'auto comandata da un'intelligenza artificiale.

Dalla TV al grande schermo

Un cult televisivo con diversi spin-off, tra serie TV e film, mai nessuno dei quali capaci di bissare il successo della serie originale. Ma un dettagli come questo non può certo scoraggiare i produttori di Hollywood, dove la voglia di Anni '80 è ormai sempre più di moda, intenzionati a riportare sul grande schermo KITT e le sue tecnologiche avventure.

KITT supercar
KITT supercar

Un rumors proveniente da oltre Oceano e che vorrebbe Spyglass Media Group e Atomic Monster, capitanati di James Wan (lo stesso James Wan che ha lavorato su pellicole come Aquaman, Saw e il settimo capitolo della saga di Fast and Furious) stanno trattando per ottenere i vari permessi per la messa in produzione di un remake della fortunata serie.

Non ci sono ancora notizie riguardo al cast coinvolto in questo film e anche la trama resta un mistero. Chissà se KITT sarà interpretato ancora una volta da una Pontiac Trans Am o se - cosa più che probabile - sarà sostituita da un’auto più moderna.

“Il mio nome è… Knight”

Creata da Glen A. Larson e andata in onda per la prima volta sulla NBC, Knight Rider raccontava le avventure dell’agente Micheal Knight che, al servizio della Knight Industries, combatteva il crimine là dove la normale giustizia non riusciva ad arrivare.

KITT supercar
KITT supercar

Al fianco dell’agente c’era la Knight Industries Two Thousand, nome in codice K.I.T.T., un’auto dotata di intelligenza artificiale e capace di parlare, interagire e guidarsi da sola. Una guida di Livello 5, naturalmente. Ovviamente non mancavano mille e uno gadgets da far impallidire le auto di James Bond.

La vettura utilizzata fu una Pontiac Firebird Trans Am del 1982, opportunamente modificata. Un'auto che, proprio grazie alla presenza nel telefilm, conobbe un grande successo commerciale in quegli anni. D’altronde, chi non avrebbe voluto salire a bordo di un’auto così speciale e sentirsi un po’ come Hasselhoff?

Fotogallery: KITT, l'auto di Supercar