Ci saremo anche noi di Motor1 a Campogalliano, per seguire le celebrazioni a suon di hypercar

C’è stato un momento nella storia in cui la Motor Valley, oltre ad essere casa delle solite note Ferrari, Lamborghini e Maserati (solo per citarne alcune), faceva da culla alle nuove creature firmate dall’allora rediviva Bugatti.

La Casa francese (ma fondata dall’italianissimo Ettore), dopo anni di oblio, finì nelle mani di Romano Artioli che per lei creò la Fabbrica Blu, scrigno delle meraviglie dal quale uscì la EB110, le cui eredi spirituali si chiamano Veyron e Chiron. Un luogo vissuto troppo poco ma rimasto nel cuore di tanti appassionati e che, domenica 13 settembre, farà da teatro a una festa dedicata proprio ai 30 anni dall’inaugurazione della struttura.

Passato e presente

Una celebrazione a numero chiuso (i dettagli li trovate sulla pagina Facebook dell’evento) che vedrà partecipare anche noi di Motor1, con Giuliano intento a passeggiare tra i luoghi della Fabbrica Blu (il pranzo sarà all'interno dell'ex area produzione) e tra le hypercar firmate Bugatti: dalla EB110 dell’epoca Artioli - presente durante le celebrazioni - fino alla Chiron, passando per le Veyron. Ma non solo.

Bugatti, visita a Campogalliano

Presenti ci saranno anche modelli storici della produzione Bugatti, bolidi d'epoca provenienti da fan club italiani.

Al loro fianco anche un piccolo gruppo di Lotus (in gran parte Elise), altro omaggio a Roman Artioli, ex proprietario anche del brand inglese (la Elise il suo nome a Elisa, nipote dell'imprenditore italiano).

Bolidi e ospiti

Una giornata in mezzo a vagonate di cavalli e motori quadriturbo che vi racconteremo sui nostri social, con foto, video e storie che troverete su Facebook e Instagram. E quando mai ci e vi ricapiterà di ritrovarsi circondati da bolidi del genere, prodotti in numero ridottissimo e destinati ai garage di appassionati milionari sparsi per il Globo.

Fotogallery: La Bugatti EB110 e Romano Artioli