Niente tetto né parabrezza per l’inglese da 700 CV che vedremo su strada a inizio 2021

La tendenza più recente ed estrema nel mondo delle hypercar è quella delle speedster, ovvero le biposto (o monoposto come la Ferrari SP1 Monza) completamente aperte e senza parabrezza.

In questa nuova nicchia super esclusiva sta per inserirsi anche l'Aston Martin Speedster di cui vediamo oggi il prototipo impegnato nelle prime prove dinamiche. La Casa inglese ci fa sapere che i test di messa a punto finali inizieranno a breve, viste le consegne ai clienti da inizio 2021.

Pellicola nera opaca e tanto stile

Le foto dell'Aston Martin Speedster prototipo ci mostrano una vettura esattamente uguale a quella spettacolare svelata a marzo, ma con la carrozzeria in fibra di carbonio interamente ricoperta da una pellicola nera opaca.

Fotogallery: Aston Martin V12 Speedster Prototype

Anche gli altri dettagli, dai piccoli fari a LED a forma di stella ai grandi ed eleganti cerchi in lega a 5 razze da 21", fino alla doppia carenatura dietro i roll-bar e all'originale alettone ondulato in coda.

Targa al centro della mascherina

Per la prima volta vediamo invece il posizionamento della targa anteriore che sulla V12 Speedster si piazza proprio al centro della tipica calandra Aston Martin.

Aston Martin V12 Speedster Prototype
Aston Martin V12 Speedster Prototype

L'unica altra differenza rispetto al modello presentato qualche mese fa riguarda l'oscuramento del logo Aston Martin e l'aggiunta della scritta "Prototype Vehicle" sul frontale, in coda e sui fianchi.

88 esemplari da quasi 850.000 euro

Ricordiamo che l'Aston Martin V12 Speedster sarà prodotta in soli 88 esemplari dal reparto progetti speciali "Q by Aston Martin", ha un prezzo di 765.000 sterline (841.000 euro al cambio attuale), 700 CV e 753 Nm per una velocità massima di 300 km/h e un'accelerazione 0-100 in 3,5 secondi.

Aston Martin V12 Speedster Prototype

Le concorrenti al momento in vendita o in arrivo sono le già citate e pluripremiate Ferrari Monza SP1 e Monza SP2 (810 CV e circa 1,59 milioni di euro), la McLaren Elva (815 CV e 1,73 milioni di euro) e una prossima Lamborghini erede dell'Aventador J.