Ispirata alla DBR1 del 1956, è una barchetta da 700 CV con telaio in alluminio e fibra di carbonio

Il mondo dell’auto ha riscoperto le speedster, auto supersportive senza tetto e parabrezza ispirate a modelli da corsa. E così, dopo le Ferrari SP Monza e McLaren Elva, oggi debutta l’Aston Martin V12 Speedster, serie speciale di 88 esemplari appena presentata online (complice l’annullamento del Salone di Ginevra 2020) e già ordinabile.

Negli Stati Uniti costa 950.000 dollari, circa 855.000 euro, e verrà consegnata dal primo trimestre del 2021. A metterla a punto il reparto Q by Aston Martin, che si occupa dei modelli speciali o in edizione limitata.

Dalle gare alla strada

Aston Martin ha una gloriosa tradizione in fatto di speedster, tanto è vero che uno fra i suoi modelli più celebri rientra in questa categoria: è la DBR1, svelata nel 1956 e vincitrice tre anni dopo della 24 Ore di Le Mans.

Fotogallery: Aston Martin V12 Speedster

Di conseguenza per la casa inglese non è stato difficile trovare una fonte di ispirazione per la V12 Speedster, come denotano le superfici levigate della carrozzeria ed i pronunciati passaruota, che nascondono ruote di 21” a singolo dado di fissaggio (come per le auto da corsa), dietro ai quali si celano dischi freno in carbo-ceramica.

Aston Martin V12 Speedster

La parte posteriore è più “soda” e raccolta rispetto alla DBR1: a risaltare è lo spoiler a onda, perfettamente integrato alla carrozzeria in fibra di carbonio. Il telaio in alluminio, specifico per questo modello, ospita sospensioni anteriori a quadrilatero alto e posteriori multilink.

Aston Martin V12 Speedster

Casco in testa e pochi bagagli

Aprendo la portiera e entrando a bordo, si respira un’aria che “profuma” di corse: guidatore e passeggero, infatti, hanno a disposizione due sottili sedili a guscio. I materiali sono di alta qualità e sono presenti pelle cucita a mano, cromature, rifiniture in alluminio e anche parti in gomma realizzate tramite stampa 3D, oltre a dettagli ispirati al mondo dell’aviazione (il colore argento Skyfall della carrozzeria richiama la livrea degli aerei da combattimento F/A-18).

Aston Martin V12 Speedster

Auto di questo tipo non si scelgono per la funzionalità, ma l’Aston Martin V12 Speedster ha una borsetta in pelle rimovibile al posto del cassetto porta-documenti e un pozzetto posteriore in cui riporre piccoli bagagli.

Piloti cercasi

La V12 Speedster è dotata del motore 12 cilindri biturbo 5.2 della DBS Superleggera, accreditato di 700 CV e 753 Nm di coppia. Ad esso si abbina la trasmissione automatica a 8 marce. Le prestazioni, unite alla trazione posteriore, la rendono un “missile” che solo in pochi saranno in grado di portare al limite: fa lo 0-100 km/h in 3,5 secondi e la velocità massima di 300 km/h.

Aston Martin V12 Speedster