Elettrificata o diesel, a inizio 2021 arriva anche l’ibrida plug-in

Della nuova Hyundai Santa Fe, ufficialmente un restyling molto corposo, vi abbiamo già mostrato lo stile e raccontato le novità principali, comprese le modalità di guida Terrain, ma ora è arrivato il momento di conoscere i motori, in particolare la nuova versione full hybrid.

Il rinnovato SUV medio coreano che vedremo in concessionaria già in autunno offre per la prima volta una motorizzazione full hybrid, la 1.6 T-GDi turbo benzina "Smartstream" da 230 CV. A inizio 2021 sarà in vendita anche l'ibrida plug-in con lo stesso motore e 265 CV.

Full hybrid da 230 CV

Se scendiamo un po' più nel dettaglio vediamo che la nuova Hyundai Santa Fe Full Hybrid utilizza il citato motore 1.6 turbo benzina con l'inedita tecnologia CVVD per la regolazione di apertura e chiusura delle valvole, oltre al ricircolo dei gas di scarico a bassa pressione LP EGR.

Nuova Hyundai Santa Fe (1)

Questo motore a benzina da 180 CV è abbinato ad un motore elettrico di trazione da 60 CV (44,2 kW) alimentato da una batteria agli ioni polimeri di litio da 1,49 kWh di capacità, per un totale di 230 CV e 350 Nm. La Santa Fe Full Hybrid sarà disponibile sia a trazione anteriore che a trazione integrale.

Plug-in Hybrid da 265 CV

Per la nuova Hyundai Santa Fe ibrida plug-in che sarà commercializzata a inizio 2021 è previsto lo stesso motore 1.6 T-GDi, ma accoppiato in questo caso ad un motore elettrico da 91 CV (66,9 kW) e alla sola trazione integrale.

Fotogallery: Hyundai Santa Fe restyling (2020)

La batteria cresce di capacità fino a 13,8 kWh (per un'autonomia elettrica non ancora dichiarata) e potenza e coppia complessive a quota 265 CV e 350 Nm. Come per la full hybrid il cambio è l'automatico a 6 marce 6AT.

La 2.2 diesel ha il nuovo cambio automatico 8 marce

L'altra motorizzazione disponibile sulla nuova Hyundai Santa Fe è la 2.2 diesel "Smartstream" da 202 CV e 440 Nm di coppia, sia a due che a quattro ruote motrici.

2021 Hyundai Santa Fe
Nuova Hyundai Santa Fe (2)

Per migliorare l'efficienza è stato adottato l'inedito blocco motore in alluminio (-19,5 kg), migliorie ad albero a camme e agli attriti interni e un sistema di iniezione a 2.200 bar (+200 bar).

Per la prima volta il 2.2 diesel è abbinato a un cambio automatico a doppia frizione 8 marce a bagno d'olio (8DCT) ottimizzato nella fluidità di funzionamento, l'efficienza, l'accelerazione e i consumi ridotti del 3%.