La ZTL meneghina che copre gran parte del territorio comunale sarà disattivata dal 23 ottobre

L’Italia sta facendo i conti con la seconda ondata di contagi da coronavirus e prendendo provvedimento per il contenimento dell’emergenza.

Provvedimenti che in alcune regioni prevedono il coprifuoco notturno e da domani a Milano vedranno sospendere l’Area B, la grossa zona a traffico limitato che copre il 72% del territorio comunale.

Via libera

Un’ordinanza della giunta guidata dal sindaco Beppe Sala volta a scongiurare l’esplosione di nuovi focolai, facilitando lo spostamento all’interno dei confini comunali anche a quei cittadini che guidino auto normalmente escluse dalla circolazione in Area B.

Attualmente infatti non vi possono accedere benzina Euro 0 e 1, diesel Euro 0 fino al 4 con FAP omologato Euro 4 e installato dopo il 31/12/2018, assieme ad altre numerose tipologie di veicoli.

Emergenza mezzi

La giunta punta così a non sovraccaricare ATM e il sistema di mezzi pubblici, con però il rischio di vedere salire le emissioni nocive, che in autunno e inverno vedono salire i livelli oltre le soglie di allarme, a causa anche dell’accensione degli impianti di riscaldamento, alcuni dei quali ancora alimentati a gasolio.