A 10 anni dall'uscita dell'originale, ritorna un mito dei racing games arcade. E diverte ancora di più

Torna sugli scaffali un capitolo della saga Need For Speed che, con la sua formula, ha ispirato tanti franchising quali Forza Horizon e Burnout Paradise. Si tratta di Hot Pursuit, uno dei titoli più amati della serie.

E fa un ritorno in grande stile, con una versione Remastered per console di questa generazione - PS4, Xbox One, Nintendo Switch - e PC. Si "rifà il trucco" ma senza esagerare, sempre pronto a regalare ore di derapate, inseguimenti al cardiopalma con la Polizia, NOS e fiamme dagli scarichi delle supercar.

Modalità di gioco

Carriera

Nella modalità Carriera ci troviamo coinvolti in una scelta, inseguire nei panni della Polizia - munita di Supercar velocissime, gadget e strisce chiodate per intercettare gli street racer - oppure essere inseguiti in una serie di gare consequenziali che hanno lo scopo di farci diventare degli street racer ultra-ricercati (partendo dal livello 1 della classifica per arrivare al livello 20 Most Wanted) dell’isola di Seacrest County.

La gavetta ha inizio con delle gare clandestine contro altri 12 piloti. Come sempre si parte con auto meno potenti (Porsche Boxter, BMW Z4, Nissan 370Z), per poi proiettarci verso gare speciali nelle quali potremmo guidare auto decisamente più performanti (Pagani Zonda Cinque, Porsche Carrera GT, Koeniggseg CCX e molte altre).

In queste sessioni dovremmo fare dei time trial adrenalinici a folle velocità, spremendo ogni cavallo del bolide a nostra disposizione. In pratica, un'introduzione a quello che ci aspetta nei livelli più avanzati del gioco.

Nella modalità Carriera potremmo anche usare il free roaming per accumulare punteggi, scalare la classifica ed esplorare liberamente l’isola seminando il panico per le sue strade. Degni di nota i diversi scenari che la compongono, dalla costa, alla zona montuosa, scenari perfetti per gli inseguimenti a folli velocità tra fitti boschi e lande deserte.

Need For Speed Hot Pursuit Remastered, la recensione

Hot Pursuit Online

Il multiplayer ci permette di fare delle gare online in cross play, incontrando i giocatori di tutte le piattaforme di gioco (PC, PS4, Xbox One, Switch).

Potremmo partecipare a gare casuali, oppure organizzare noi con i nostri amici delle vere sessioni di “guardie e ladri” su strada. Nelle ore passate a inseguire o essere inseguiti, si resta in collegamento con un sistema di direct chat, fondamentale per coordinarsi con gli altri partecipanti.

Need For Speed Hot Pursuit Remastered, la recensione

Gameplay

NFS Hot Pursuit, quando uscì la versione originale 10 anni fa, fu avanguardista con il suo sistema di gioco diretto e frenetico, concentrato sul fattore inseguimenti.

In questa versione Remastered il gameplay rimane immutato dalla versione originale, mettendo subito a nostra disposizione tutti i DLC usciti in passato, un ampliamento della modalità online che diventa cross-play e una nuova modalità fotografica che ci permette di immortalare il nostro bolide, sia in momenti di guida estrema che in location variegate e mozzafiato.

Need For Speed Hot Pursuit Remastered, la recensione

Il modello di guida è totalmente Arcade, con nessuna velleità simulativa, ma capace di intrattenere i gamer con un sistema di guida semplice, dinamico e dannatamente frenetico, con derapate a 250km/h necessarie ad affrontare le curve più difficili.

Sicuramente tutto questo trasmette la sensazione di avere tra le mani un titolo divertentissimo ma con qualche anno sulle spalle. Ultimamente infatti siamo stati abituati a giocare con titoli più dinamici, modalità più innovative e qualche ora in più di gioco (la modalità carriera di Need For Speed Hot Pursuit remastered si può concludere tranquillamente in circa sette ore).

Comparto tecnico

Need For Speed Hot Pursuit Remastered presenta un comparto tecnico non rivoluzionario in confronto alla versione originale, ma che vuole rifinire una opera dall’impatto estetico già molto interessante all’epoca - anche se non ai livelli della generazione attuale al termine del suo ciclo.
Graficamente possiamo selezionare due modalità: Qualità e Performance.

Need For Speed Hot Pursuit Remastered, la recensione

La prima ci mette davanti un gioco che graficamente ha subito miglioramenti impeccabili specialmente nell’illuminazione nelle sessioni notturne e di pioggia, effetti particellari (fumo, scintille, scie di acqua), la profondità di visuale degli ambienti di gioco che non cedono mai un colpo giocando in 4K mantenendo un frame rate fisso a 30 FPS.

Need For Speed Hot Pursuit Remastered, la recensione

La modalità Performance blocca la risoluzione a 1080p diminuendo sensibilmente il dettaglio degli effetti visivi ma enfatizzando il tutto a 60 FPS costanti offrendo delle sessioni di gioco estremamente fluide che rendono ancora più frenetico il tutto.

Purtroppo l’aspetto che salta più all’occhio è che le auto a nostra disposizione non hanno subito ulteriori miglioramenti poligonali, e specialmente nella nuova modalità foto mostrano in po’ il fianco. Convincenti invece le texture adeguate alla risoluzione 4K e i nuovi effetti riflesso sulle carrozzerie degli ambienti circostanti.

Need For Speed Hot Pursuit Remastered, la recensione

Le ambientazioni - già spettacolari 10 anni fa - hanno preso nuova vita con nuove texture iperdefinite, capaci di rendere al massimo nelle sessioni notturne e di maltempo, in cui la nuova illuminazione migliorata crea delle ambientazioni fantastiche.

Non mancano le pozzanghere che riflettono la luce magistralmente e i fari delle auto che illuminano l’ambiente in modo realistico, facendo vedere al meglio il tracciato anche a velocità elevata (tasto dolente della versione originale, anche su PC al massimo del dettaglio).

Il comparto audio - come per tutti i giochi EA - non tradisce mai, con il sound delle auto realistico e coinvolgente che riproduce il vero suono del modello che si sta pilotando. E poi, la colonna sonora che rimase nella storia, con brani enfatizzanti dei 30 Second to Mars, Bad Religion, Marilyn Manson, Benny Benassi, Deadmau5 e tanti altri.

Need For Speed Hot Pursuit Remastered, la recensione

Con il Pad

Need For Speed dimostra i muscoli con il pad essendo puramente Arcade, con una ottima disposizione dei comandi. La reattività spesso non è adeguata alla situazione, lo sterzo a volte rimane impreciso e lento, provocando sbagli di traiettoria e collisioni.

Con il volante

Non è supportata la periferica.

Conclusioni

Dopo aver convinto poco il pubblico con le ultime uscite della saga di NFS (Payback, Heat), in questa fase di transizione alla nuova generazione di console, EA Games decide di ritirare fuori dal cilindro il capitolo della serie di racing game Arcade più famosa al mondo.

La sua incarnazione più bella e di successo, che già 10 anni fa lasciò il pubblico a bocca aperta e che oggi vanta novità estetiche, l’aggiunta di una grafica in 4K e nuove modalità per essere goduto anche dalle nuove generazioni di gamer.

Un gioco che diverte per il suo gameplay diretto e coinvolgente ma che, ai giorni nostri, forse rischia di risultare un po’ datato. Tuttavia, è sempre un piacere godibile da nostalgici e neofiti anche grazie a un prezzo contenuto:

  • 39,99 euro su PS4 e Xbox One
  • 29,99 euro su Nintendo Switch

Voto finale: 7.5 ★★★★★★★☆☆☆

Fotogallery: Need For Speed Hot Pursuit Remastered, la recensione