Offerto negli USA uno dei 9 esemplari della sportiva italiana Anni '90. Era del Sultano del Brunei

Se non siete avvezzi al mondo della compravendita di vetture d'epoca e di lusso, dove la passione (a volte) cede il posto alla finanza, allora probabilmente non conoscete Curated, specializzati proprio nel settore delle vintage supercar.

Azienda con sede a Miami, negli Stati Uniti, che ha appena messo in vendita uno dei nove esemplari prodotti di Cizeta V16T (ma c'è chi dice che il nome completo sia Cizeta-Moroder V16T).

Supercar tutta italiana

L'auto in oggetto è probabilmente tra le più rare realizzate ad inizio anni '90. La denominazione Cizeta deriva dalle iniziali del suo fondatore, Claudio Zampolli. Ingegnere, lavorò alla Lamborghini.

Cizeta V16T

Dopodiché si dedico all'attività di imprenditore, che lo portò in America, più precisamente sulla costa occidentale, dove aprì una serie di concessionarie dedicate alle auto sportive. Ma il pallino era quello di realizzare la propria supercar. E al progetto prese parte pure il famoso compositore Giorgio Moroder.

Nasce la Cizeta

Il tratto stilistico è opera del celebre designer Marcello Gandini (vedi Lamborghini Miura). Che aveva optato per una vettura decisamente larga e "piatta" per l'epoca, dovendo ospitare un poderoso motore V16. La Cizeta era infatti larga più di un metro e 80, una quota maggiore di un'altra supercar dell'epoca, la Ferrari Testarossa.

Tecnica 100% italiana

L'imponente V16 aveva una cubatura di 6 litri ed era stato progettato da Oliviero Pedrazzi. Aveva 64 valvole, otto alberi a camme, due sistemi di iniezione del carburante, quattro testate e due catene di distribuzione. La potenza dichiarata era di 540 CV a 8.000 giri/min, mentre la coppia era pari ad un valore analogo: 542 Nm.

Cizeta V16T

L'unità era accoppiata ad un cambio ZF manuale a 5 rapporti e, cosa che lascia ancora più basiti data la cilindrata, era disposto trasversalmente all'interno del vano motore, in posizione centrale posteriore.

La Cizeta prendeva forma da un telaio tubolare in acciaio ed era provvista di quattro sospensioni a quadrilatero. Le vetture erano costruite a mano da un piccolo team di ex ingegneri Ferrari e Lamborghini.

Telaio 101

L'auto messa in vendita da Curated è il telaio 101, vettura che presenziava presso lo stand del costruttore al Salone di Ginevra 1993. Questa Cizeta ha solamente 965 chilometri. Particolari le prese d'aria, orizzontali anziché verticali come si è visto sulle auto precedenti a questo telaio.

Cizeta V16T

Che oltre al basso chilometraggio, può vantare di essere stata consegnata nuova alla Hong Seh Motors per conto del sultano del Brunei. Era la sesta uscita dalla fabbrica.

Il prezzo?

Secondo quanto riportato da Curated, l'auto è in perfette condizioni e ha mantenuto inalterate le caratteristiche originali. Tanto che pure le gomme dovrebbero essere quelle del 1993. L'auto è sostanzialmente rientrata da Singapore dove ha sede la Hong Seh Motors e vanta come unico proprietario il Sultano del Brunei. Il prezzo è naturalmente disponibile soltanto su richiesta... pertanto fatevi sotto con le offerte.

Fotogallery: Cizeta V16T, in vendita il telaio numero 101