L'intervista all'ex Numero 1 di Maranello: dall'incontro con il Drake ai successi degli anni '90. Un'esclusiva Motorsport.com

Sono passati poco più di 7 anni da quando Luca Cordero di Montezemolo ha lasciato la presidenza Ferrari. Quel lontano ottobre 2014 segnò la fine di un'era per l'azienda di Maranello, nonché l'inizio di un nuovo capitolo imprenditoriale per il manager italiano che si è raccontato in un'intervista esclusiva pubblicata su Motorsport.com.

Tanti aneddoti interessanti

Dalla conoscenza con il Drake - grazie ad un litigio in una trasmissione radiofonica - alla prima volta a Maranello, passando per i successi in Formula 1 con piloti che hanno fatto la storia di questo sport senza dimenticare la rinascita delle Ferrari stradali a seguito del periodo nero tra gli anni '80 e '90.

Sì, fu un periodo nero, perché Ferrari non è sempre stata così come la conosciamo oggi. E quelle difficoltà sono riassunte in un aneddoto che lo stesso Montezemolo ricorda spesso e cioè di quando al volante della sua Ferrari 348 venne superato al semaforo dal una Golf GTI. Un fatto in inammissibile per un brand che magnificava auto sportive di lusso. "C'era tanto rumore ma poca velocità".

Feci subito una riunione e mi accorsi che erano tutti ingegneri: facevano tutto loro, dai colori al design, compreso dare il nome alle auto. Avevano una cultura troppo tecnica, poca cultura di marketing, di organizzazione. I modelli in produzione erano vecchi di concezione

Da lì la rinascita e l'idea di importare il cambio automatico delle Formula 1 sulle vetture stradali. Ma la storia è ancora lunga. Di seguito trovate un estratto dell'interviste, mentre il video completo è disponibile per gli abbonati di Motorsport Prime.