Tanto è trascorso dalla presentazione al Salone di Ginevra 2011 che il tuner con sede a Dubai celebra rivisitando frontale e coda

Un decennio di carriera in questo periodo è un traguardo piuttosto raro per un'auto di serie, figuriamoci per una supercar che deve continuamente misurarsi con nuove rivali, eppure in Lamborghini la longevità è una caratteristica piuttosto ricorrente, considerando che le 12 cilindri di Sant'Agata hanno avuto tutte una carriera piuttosto lunga.

Oggi, per celebrare la Aventador che a marzo celebra appunto 10 anni dalla presentazione, avvenuta al Salone di Ginevra del 2011, il "giovane" atelier Huber fondato a Dubai propone un'elaborazione che in qualche modo omaggia la V12 di Sant'Agata.

Soft tuning in carbonio

Huber Era, questo il nome, si distingue per i paraurti anteriore e posteriore ridisegnati e completamente realizzati in fibra di carbonio, più vistosi di quelli di serie ma nemmeno troppo rispetto ad altre elaborazioni che abbiamo visto in questi anni. Inoltre, è possibile avere in opzione un cofano motore sempre in carbonio coordinato, con la trama a vista e volendo di diverse tonalità di colore.

Ispirati dal DNA Lamborghini

La modifica degli scudi e del cofano sono un inizio relativamente semplice per questo studio ma rappresentano appena il primo atto dei piani di Huber: "Riteniamo che quando si progettano nuovi pacchetti aerodinamici per un'auto si debba cercare di partire da zero seguendo il DNA del modello come unica guida", ha detto fondatore Sean-Peter Huber. "Era è solo l'inizio di una gamma di prodotti di design che desideriamo portare a compimento".

Fotogallery: Huber Era, l'omaggio ai 10 anni di Aventador